Giorgio Caputo: «Nella seduzione
mi intriga il gioco verbale»

30 maggio 2011 
<p>Giorgio Caputo: «Nella seduzione<br />
 mi intriga il gioco verbale»</p>

Napoletano, 37 anni, ha il primo ruolo da attore protagonista nella serie tv Una donna per amico 3 (2002). Tra i suoi film, Sfiorarsi (2006), di Angelo Orlando, e Il nascondiglio (2007), di Pupi Avati. Nel 2008 è il "Ricotta" nella serie tv di SKY Cinema, Romanzo criminale - La serie, di Stefano Sollima. Seguono, nel 2010 e 2011, il film tv Crimini 2: Niente di personale, di Ivano De Matteo e la miniserie Il peccato e la vergogna, di Alessio Inturri.

Hai mai letto un libro erotico?
«Si, ne ho letti tanti, e comunque mi piace molto, anche nei libri non definiti tali, leggere scene a sfondo erotico. Trovo che l'eros, nella lettura, si esalti perché lascia molto spazio alla fantasia, diversamente dalla pornografia tradizionale che alla fantasia lascia molto poco. Un titolo in particolare? Il Danno di Josephine Hart».

Il ricordo della tua prima volta in tre parole
«Inattesa, sperata, liberatoria. Aggiungerei anche fantastica, sebbene non credo di poter dire lo stesso per Lei, per cui non era la prima volta».

Cosa fai dopo l'amore?
«Banalmente di solito fumo. Contemporaneamente, però, mi piace ridere. Sono uno che tende a sdrammatizzare il post, troppo spesso caricato di significati altri che rischiano di rovinare un momento di piacere».

Cosa non sopporti che l'altra faccia dopo l'amore?
«Che cerchi giustificazioni, significati, proiezioni o altro, non direttamente connessi con il momento presente e ciò che si è appena vissuto».

Il posto più sexy dove fare l'amore
«Il primo posto utile, perché il desiderio impellente non permette di trovarne uno più adatto. Anche se il letto rimane quello che offre più possibilità e dove ci si diverte di più».

La prima cosa che guardi in una donna?
«L'armonia è tutto in una donna. L'essere in armonia con ciò che si è, rappresenta la prerogativa essenziale perché una donna sia attraente. Ovviamente lato A e lato B, se sono in mostra, finiscono per distogliere lo sguardo da tutto il resto».

Il gioco di seduzione che ti intriga di più?

«Quello verbale».

Monogamia o poliamore?
«Parafrasando i testi sacri direi che le vie dell'amore sono infinite. Ognuno deve trovare la propria e assecondarla senza pregiudizi, altrimenti difficilmente potrà essere felice. Io personalmente faccio molta fatica ad essere monogamo. Però mai dire mai…».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Valentina 66 mesi fa

BRAVO! :)

giulia 66 mesi fa

ci piaaace questo Caputo! ;-) :-***

Giovanna 66 mesi fa

Caputo si legga UNA CHI - E' duro campo di battaglia il letto- se le piacciono i romanzi erotici. Sa che c'è una collana erotica per Feltrinelli che è stupenda? Proprio un napoletano intrigante....giustamente antimonogamo.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).