Nere come l'Omino Bianco

01 luglio 2011 
<p>Nere come l'Omino Bianco</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Non smetterò mai di stupirmi del fatto che lo sbiancante che le nostre madri, o le nostre nonne, usavano per migliorare la resa dei bucati, ha un nome che induce a pensare. Fateci caso: l'omino dell'Omino Bianco non è per niente bianco. E' nero. Nero, nero, nero. Solo la T-shirt che indossa è bianca. Lui, però, è nero. Perché mai chiamarlo Bianco, allora? Semplice: a volte non è quello che vedi, che ti colpisce, che importa. Ma quello che qualcuno vuole farti vedere.

Molti di noi, tutti i giorni, purtroppo, si comportano da omini o donnine bianchi. Esistono donne che pur essendo un po' nere dentro si vestono di bianco per attrarci, perché le scegliamo. Queste persone sanno chi sono, sanno cosa sono, ma ciò che sanno fare meglio è sembrare qualcos'altro. Intelligenti, brillanti, stimolanti, speciali. E multiformi.

Lei è sveglia, simpatica, attraente, seducente, affermata sul lavoro e nelle amicizie. La conosci, magari t'invita fuori, a cena, e tu rimani piacevolmente sorpreso: "Ecco, per una volta non ho dovuto farlo io." Iniziate a frequentarvi e, prima che tu riesca davvero ad accorgertene, iniziate ad avere una storia. T'innamori, cominci a pensare e a renderti conto che da lei vuoi tutto ciò che ti può dare, e che vuoi darle tutto ciò che puoi, farla felice. Perché no, anche una vita insieme. Un futuro. Bianco.

Lei, però, da te vuole una cosa sola. Che cosa, non ha in sé molta importanza. Momentanea compagnia o sostegno; attenzioni che le vengono negate; far ingelosire qualcun altro; un favore; soldi; una promozione sul lavoro; perché no, anche un figlio. E, finché non la ottiene, si modella su quel sarò come tu mi vuoi, indossando quella bella T-Shirt bianca, sotto la quale tu proprio non riesci a vedere, perché lei è così abile da farti vedere solo ciò che vuole.

E, come sempre, è ciò che non vedi che ti frega. Nero.

Così, si fa presto a dire che l'Omino è bianco. Che lei è la donna della tua vita e, soprattutto, tu sei l'uomo della sua. Si fa ben presto. Meno presto si fa, però, a svegliarsi e a capire esattamente come stanno le cose.

E uscirne, magari, con una parte di noi ancora intatta.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Glendi 65 mesi fa

Grande melissar

Penelope 65 mesi fa

beh, allora ci sono anche donne vestite di nero, ma che sono bianche dentro e che purtroppo attirano solo uomini neri vestiti di bianco... non so se mi spiego

Paola 65 mesi fa

Ci possiamo sbagliare nell'immediato ma con un po' di tempo e pazienza tutto viene allo scoperto, personalita' comprese.

melissar 65 mesi fa

come sempre "it takes two to tango". è un po' come quando qualcuno si lamenta per essere stato truffato perché ha pensato di poter acquistare a prezzo stracciato qualcosa di valore, tipo il Rolex a due lire. la truffa è proporzionale all'avidità. nei rapporti sentimentali ( lo so perché ho pagato dazio e anche piuttosto caro) l'inganno è tanto più grande quanto più profonda è la mancanza nella nostra vita che quella persona prometteva finalmente di appagare. quanto più forti erano la speranza, l'attesa.

vilandra 65 mesi fa

Mah, forse basterebbe conoscersi un po' di+...o tenere gli occhi aperti. Infondo si capisce subito chi si ha davanti..in pochi secondi. L'abito fa il monaco e la prima impressione è sempre quella giusta, quella che ci fa vedere l'istinto.

Ale03 65 mesi fa

penso che ognuno di noi nella propria vita sia stato per un secondo, per un minuto, per un ora o molto di più una donna o un uomo nero presunti bianchi.... quasi da finto moralismo!! e se guardiamo al passato non sono certo cose da ventunesimo secolo, ma esperienze che ci tramandiamo dal passato...

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).