Il colpo di fulmine? Roba da uomini

17 agosto 2011 
<p>Il colpo di fulmine? Roba da uomini</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Un'occhiata maliziosa e un sorriso fugace già al primo appuntamento bastano a capire che she is the one, anche se poi qualcuno preferisce spingersi fino al terzo incontro per essersene davvero sicuro.

Uomini e colpo di fulmine, due mondi che sembravano paralleli e che invece uno studio inglese ha scoperto essere molto più vicini di quanto si potesse pensare, visto che un lui su quattro ci crede eccome. Ironia della sorte, sarebbero invece le donne quelle più guardinghe sull'amore a prima vista, sperimentato da appena una su dieci, mentre la maggioranza del gentil sesso deve arrivare ad almeno sei appuntamenti prima di convincersi che quello che ha di fronte è davvero Mr Right.

Commissionato per il lancio del nuovo romanzo di Elizabeth Noble The Way We Were, che racconta cosa si prova quando ti ritrovi davanti all'improvviso il primo amore, e condotto dallo psicologo Alexander Gordon della British Psychological Society, il sondaggio ha interessato 3.000 inglesi (1.500 uomini e 1.500 donne) di età compresa fra i 16 e gli 86 anni.

Dai dati, è così emerso che il suddito medio di Sua Maestà si innamora tre volte in una vita; spesso non è corrisposto ed è il primo non solo a dire ti amo, ma anche a rimpiangere di avere rotto con la prima ragazza. Per contro, le donne ci vanno decisamente coi piedi di piombo e prima di fare una scelta amorosa di qualunque natura (che sia iniziare una storia d'amore o chiuderla) ne valutano i pro e i contro, per non doverla poi rimpiangere.

Non a caso, una donna ammette di innamorarsi una sola volta nella vita, anche se poi è quella che passa più tempo a cercare gli ex fidanzati su internet e a vedere con chi stanno adesso.

Ma una cosa mette tutti i sessi d'accordo, ovvero la difficoltà a riprendersi dalla fine del primo amore, tanto che un quarto degli intervistati ci pensa almeno una volta a settimana, percentuale che aumenta se si è ancora in cerca di sistemazione sentimentale.

«Oggi è molto più facile che in passato rintracciare le persone usando Facebook e altri social network - ha spiegato Elizabeth Noble al Daily Telegraph - ma ciò non significa che sia sempre una buona idea».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
ALESSANDRO 64 mesi fa

L'AMORE E' SEMPRE LA FAVOLA BELLA CHE "IERI MI ILLUSE. CHE OGGI CI ILLUDE.." PER DIRLA CON D'ANNUNZIO.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).