Pole dance, l'ideale per sedurre. Soprattutto te stessa

10 ottobre 2011 
<p>Pole dance, l'ideale per sedurre. Soprattutto te stessa</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Regola numero uno della pole dance: non confonderla con la lap dance. Quest'ultima prevede strusciamenti sul grembo (lap) dell'uomo. Nella pole dance tutto si svolge intorno a un palo, meglio se di ottone.

Seducente? Sì, certo. Movimenti sensuali di bacino, gambe e braccia, tacchi a spillo: nessun uomo resisterebbe a lungo. Ma, a sentire chi la fa, la prima a essere sedotta è la donna che la pratica e che si scopre nuova, sicura di sé, bella come mai si era vista.

«Con la pole dance - spiega Krystel Arbia che nel capoluogo lombardo ha aperto il Milan pole dance studio www.milanpoledance.com - si impara a conoscersi meglio e ad affinare la capacità seduttiva che ogni donna ha in sé». Gli uomini non sono ammessi alle lezioni: «Questo significa - continua Krystel Arbia - che le donne si concentrano soprattutto sulla scoperta dei loro desideri. Diverse le motivazioni per cui ci si iscrive a un corso: c'è chi la prende come una sfida personale, arrampicarsi sul palo è spesso un inizio! C'è chi capisce che snellirà la sua figura in breve tempo. Altre lo fanno perché vogliono trasformarsi in ballerine e guardarsi allo specchio e, perché no, ammirarsi! Si scopre un lato di sé che spesso non si ha il coraggio di vedere. Molte ragazze che frequentano i nostri corsi arrivano come "normali", ma in poco tempo si trasformano. Si truccano, si vestono meglio, imparano a muoversi in modo armonico, indossano biancheria intima ricercata e imparano soprattutto a guardarsi allo specchio, per migliorare sia la prestazione sportiva che la loro immagine».

Ma è una disciplina dura. Arrampicarsi, contorcersi intorno a un palo, fare vere e proprie acrobazie e per di più sui tacchi a spillo richiede forza.
«Il tacco alto - spiega ancora Krystel Arbia - attiva fasce muscolari nelle gambe, negli addominali e nella schiena, e il lavoro aerobico in questo modo è più intenso. Imparare a ballare con i tacchi è certamente più difficile e dà più risultati nelle coreografie e durante le lezioni di exotic dance per esempio, dove è curata la parte più sensuale. Si tratta di lezioni mirate all'apprendimento di movimenti lenti, molto lenti. Si impara a muovere la testa e i capelli in modo seducente, si chiede di indossare capi un po' più sexy del solito per estrapolare quella parte che spesso e difficile far uscire». Ecco spiegato uno dei perché del successo di questa disciplina: «Le donne mai come mai prima d'ora vogliono sentirsi potenti dal punto di vista seduttivo. Sentirsi sicura di sé è meraviglioso, ti può portare dove vuoi! Credo che le donne vogliano finalmente sentirsi libere di essere sexy senza sentirsi in imbarazzo. La pole dance ti fa sentire bella, ti diverte, ti rimette in forma e... magari può servire pere rimettere in forma anche la vita di coppia!».

In più, ora c'è anche la pole dance al maschile: «Men on the pole è il corso creato ad hoc per i nostri uomini - afferma Krystel Arbia - : direi che è un successo. Gli uomini si sentono maschi anche scalando la pertica e facendo addominali sospesi a due metri da terra. Mettono alla prova i loro limiti. È un corso tosto e molto divertente».

Su www.poledance.it si possono trovare indirizzi e recapiti di palestre in tutta Italia dove imparare.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Luana 64 mesi fa

Avete tanta confusione nella testa. Se è una disciplina sportiva come dice Ben allora xche bisogna sedurre qualcuno? L'articolo non promuove la disciplina. Questa scuola non ha nessun interesse per farlo dato che loro parlano diversamente.

rosaspinata 64 mesi fa

Non tanto per difendere la categoria, ma quanto per dovere di "cronaca" ritengo interessante questo articolo che informa su quanto di nuovo accade in città. Personalmente non sono interessata all'argomento, ma adesso so che esiste anche la pole dance. Ciò non mi cambia la vita, ma magari a qualcun altro si che sarà invogliato a provare questa nuova disciplina. Insomma c'è ben altro di cui vergognarsi credo.

Gentile Fabio, nello scrivere l’articolo sulla pole dance non ho certo voluto dare spazio a qualcosa di cui vergognarsi, ma a una disciplina che si sta affermando proprio a livello sportivo. C’è una Federazione italiana, ci sono campionati sportivi a livello nazionale e internazionale e si parla di una presenza della pole dance nelle olimpiadi del 2016. Le persone con cui ho realizzato l’intervista mi sono poi sembrate le prime sinceramente preoccupate di sottolineare proprio l’aspetto sportivo e non sessuale della pratica. Un saluto cordiale

Fabio 64 mesi fa

Mi vergogno di questo articolo. Ma sapete cosa vuol dire la differenza tra una disciplina sportiva e quello che si insegna in quella scuola.....??? Ma voi siete fuori di testa.

Fabio 64 mesi fa

Mi vergogno di questo articolo. Ma sapete cosa vuol dire la differenza tra una disciplina sportiva e quello che si insegna in quella scuola.....??? Ma voi siete fuori di testa.

Giovanna 64 mesi fa

Il Reiki è meglio ;-)

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).