Il tradimento: una prerogativa anche femminile?

di Guy Pizzinelli 

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

È vero che oggi non solo gli uomini, ma anche le donne tradiscono di più?
Partiamo da un dato certo: il tradimento è la maggiore causa di crisi definitiva di una coppia, ed è uno dei motivi per cui la stessa si sgretola una volta per tutte.
Si dice che un uomo che tradisce lo fa solo con il corpo, ma nonostante l'atto fisico, rimane legato alla sua amata. Al contrario, una donna tradisce con la testa, e quasi sicuramente, quando lo fa, non ama più. Le donne avvertono maggiormente questo pericolo del disamore, e spesso temono più il loro tradimento che quello dei partner, anche perchè fondamentalmente sanno che il tradimento non ha mai una sola causa, ma un insieme di fattori diversi, spesso dei veri tormenti.
Ma cosa spinge una donna a tradire il proprio uomo? I motivi di un tradimento possono essere davvero i più disparati.
Secondo lo psicologo Emanuele Cacciari, l'emancipazione femminile e la parità di ruoli nel lavoro, nella gestione della famiglia e nella vita sociale in generale, sta portando le donne a liberarsi dalla cultura della colpa, un tempo dominante, e a riscoprire il tradimento come un momento di intensa gratificazione per sé stesse, di rottura dalla routine del legame di coppia.
A essere sempre più minacciato oggi non è tanto più l'istituto della famiglia, ormai da molti anni in crisi, quanto invece il momento che lo precede: il costituirsi e l'evolversi del rapporto di coppia.
Se proviamo a stilare una classificazione del tradimento, possima affermare che: c'è quello di breve durata, quasi un capirccio, che possiamo definire la classica scappatella c'è poi quello più duraturo che le vede coinvolte per più tempo e con diversa intensità e partecipazione; e c'è poi quello che tutti considerano "il vivere una altra storia d'amore, perchè l'altra è già finita", e che riesce quasi difficile classificare come tradimento.
Altri fattori che influiscono e che sono alla base di un tradimento possono essere , ad esempio, la dimostrazione (per lo più a se stesse) delle proprie capacità di seduzione (per l'uomo è questione di virilità e di ego, invece) , oppure quella che viene definita la crisi di mezza età. E ancora, il desiderio inconscio di trasgressione e dell'avventura, oppure spesso anche un sentimento vendicativo per il tradimento subito.
Certo alla base c'è sempre un diminuito rapporto di coppia, soprattutto di stima e dialogo, nel 90% dei casi.
Ma qual è il momento più favorevole per il tradimento? C'è un periodo più "fertile" per la violazione della fedeltà? Una scoperta interessante è lo studio condotto dai ricercatori del National Institute for Biological Synthesis: questi studi sostengono che il tradimento avviene nel periodo dell'ovulazione, in  quanto l'iperattività degli ormoni predispone alla trasgressione, appunto. Infatti, in questo momento particolare del mese biologico femminile, la donna indipendentemente dalla sua età, si cura di più, sottolinea i suoi punti più sensuali magari con un ritocco dal parrucchiere, il cambio di un profumo o un trucco differente. Un po' come dire: "Sono bella e voglio dimostrarlo".
E voi, avete mai tradito il vostro partner?


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it