Tradimento: si può davvero perdonare?

di Guy Pizzinelli 

Di fronte a un evento di questo tipo si possono avere reazioni molto differenti. Ma è possibile andare oltre?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Tradimento e perdono, un tema eterno.
La parola perdono è una delle più complesse da interpretare e soprattutto da vivere. Riguarda un passaggio psicologico molto delicato, che si gioca nelle profondità di ognuno di noi. Perdonare non significa sopportare, che è quello che avviene di solito quando un tradimento da parte del partner ferisce profondamente la persona e la relazione sentimentale. Di fronte a un evento di questo tipo si possono avere reazioni molto differenti, ma se la persona tradita decide di non interrompere la relazione e di stare ancora insieme all'altro, deve riuscire a trovare il modo giusto per elaborare la situazione. Altrimenti il rischio, conseguente al tradimento, è quello di una sofferenza estenuante che nel tempo può alterare ancor più in profondità il rapporto, logorandolo e spingendo verso comportamenti che mai si sarebbero messi in atto.
Si può perdonare il tradimento? «Il lavoro del perdono è un lavoro che esige tempo», scrive Massimo Recalcati nel suo ultimo libro Non è più come prima, e incontrato al Festival della Mente di Sarzana.
«La memoria dell'offesa viene attraversata e riattraversata al fine di raggiungere un punto di oblio che rende possibile un nuovo inizio». Quindi, sì. Per Recalcati, il perdono è non solo possibile, ma anche necessario.
Anche se poi, per lo psicanalista, questo percorso sarebbe oggi molto raro, a differenza del passato quando si perdonava quasi sempre, soprattutto quando a doverlo fare erano le nostre nonne. Mentre oggi, all'epoca dell'effimero e del cinismo, sarebbero pochi a restare indenni di fronte alla «schiavitù del nuovo, del sostituto, dell'arbitrio scambiato per libertà di scelta».
Ma perché una donna dovrebbe perdonare un tradimento?
Ecco qualche possibile ragione per perdonare:
È successo solo una volta. Magari avevate litigato, e lui, dopo aver bevuto un bicchiere di troppo, è finito a letto con un'altra persona. Il tuo partner è davvero dispiaciuto per l'accaduto, è depresso e farebbe qualsiasi cosa per dimostrarti il suo pentimento.
Se pensi che sia giusto almeno provare a lottare per risanare il rapporto. Se pensi di avere una relazione davvero speciale per cui vale la pena di combattere, allora meglio resistere e perdonare.
Non vuoi rinunciare alla tua relazione, specialmente se stai insieme a questa persona da tanto tempo e il vostro rapporto è sano e intimo. Scoprire un tradimento, ovviamente, metterà tutto questo in dubbio. Tuttavia, dovrai analizzare la storia nella sua totalità prima di prendere una decisione.
Non perdonare un traditore seriale. Se lo ha già fatto e avete magari figli e una vita insieme, non ne vale la pena. Forse è solo la prima volta che lo becchi in flagrante, ma in passato hai avuto dei sospetti? Probabilmente i tuoi dubbi erano fondati.
Non perdonare un tradimento se stai insieme a questa persona da poco: sarà quasi impossibile costruire una relazione solida su queste fondamenta. Per fortuna è successo prima che potessi essere ulteriormente coinvolto. Se il tradimento è segno di una relazione destinata al fallimento, non sforzarti.
A voi come sempre, comunque, la decisione su cosa fare.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it