Come gestire i momenti di crisi della coppia

di Guy Pizzinelli 

Come affrontare nel modo migliore i momenti "no" della vita di coppia?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Le piccole crisi della vita quotidiana (e non) a due, sono sempre dietro l'angolo: ma come si affrontano correttamente i momenti no? È meglio soprassedere e aspettare che il peggio passi, oppure affrontare la situazione, parlandone con il partner?

La variabile tempo è di fondamentale importanza: nella vita di coppia piccole crisi, circoscritte nel tempo, sono da considerarsi fisiologiche; condividere davvero le scelte, le decisioni importanti, la fatica della quotidianità è difficile; il confronto delle idee porta a una sana conflittualità che cerca un equilibrio sempre più rispondente alla coesistenza di due individui, con idee e pregiudizi, con atteggiamenti, modi di fare diversi: l'accordo, la mediazione alle volte richiede passaggi faticosi o dolorosi.

In molti casi la mancanza di piccole crisi, di momenti di forte conflittualità, di sano confronto è alla base della crisi di coppia.
Il lasciar correre, l'imparare a non dire o non fare qualcosa che urta il partner, nel tempo, impoverisce l'espressività, crea un clima di mancanza di libertà, produce risentimento, tutti ingredienti di un malessere che non trova sfogo.
Ci sono regole per il mantenimento della buona salute della coppia? Forse no, però ci sono dei principi che si possono tenere presenti.

Vale la pena affrontare la crisi?
È consigliatissimo: ciascuno ha una percezione degli stati d'animo e delle situazioni tutta propria. Se nei momenti di crisi si fa finta di nulla, si rischia di interpretare in modo sbagliato il disagio dell'altro, o che il proprio sia travisato.
Facciamo un esempio: capita abbastanza di frequente che, per colpa dei silenzi, un banale malinteso si trasformi in un'escalation emotiva di disagio e porti all'insorgere di su dubbi quali: "mi ama ancora? o "non è che magari vede un'altra?".
La paura che una storia finisca può trasformarsi in uno stress continuo, che può portare alla rottura.
E se il dialogo non risolve il problema?
Sicuramente rimette in prospettiva la realtà e apre la strada alla distensione: sfuggire o nascondere i problemi crea soltanto dubbi insidiosi e ansie pericolose.
Anche le emozioni negative hanno una loro funzione importante: le momentanee crisi personali vissute nei contesti esterni alla coppia danno modo di conoscere e vivere sempre più in profondità la variabilità delle emozioni di ognuno, il modo di reagire, la ricerca di appoggio o complicità…
Attraverso pazienza e dedizione al dialogo, però, la ricerca di soluzioni a tanti problemi fa della coppia un sistema vivo ed efficace.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it