Come gestire un fidanzato geloso

di Guy Pizzinelli 

Scenate, sospetti, accuse: accanto a un compagno geloso, ogni tuo gesto o atteggiamento può essere male interpretato e destare i suoi attacchi. Che pososno essere anche molto violenti. Come convivere accanto a una persona gelosa, senza farsi male?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

La gelosia è uno dei sentimenti più irrazionali e forti che l'essere umano possa provare. Essa rovina infatti spesso i rapporti, perché quando diventa ossessiva fa scattare dei meccanismi di controllo che rendono la vita impossibile, soprattutto alle donne, da parte degli uomini.
Potete però consolarvi: è anche una grande dimostrazione d'amore, se rientra in certi limiti. Per la donna è un inequivocabile segnale di interesse e di attenzione e molte donne vogliono sapere di avere un fidanzato geloso.
A volte però capita di trovarsi un fidanzato geloso che cerca in tutti i modi di rendere la vita impossibile alla compagna. La gelosia ha varie facce, sta a noi saper riconoscere quando è innocua e fa piacere e quando, invece, bisogna inevitabilmente troncare il rapporto perché lui eccede.
Questa possibilità provoca nell'uomo la paura di perdere qualcosa o qualcuno che gli è molto caro. Si impadronisce di lui il terrore che lei possa desiderare un altro e per questo motivo lui proietta la sua gelosia verso gli uomini che la donna può frequentare anche solo casualmente o per lavoro.

Il geloso, di base, manca di autostima e sicurezza di sé. È un poveretto, se la cosa diventa cronica. La chiave sta nell'aiutarlo a costruire un'immagine positiva di sé: apprezzalo, accentua le cose di cui può andare fiero: il suo lavoro, il suo stile, il suo status sociale, gli amici.
Con i suoi sospetti e le sue accuse, il geloso può fare di tutto per sabotare la relazione, ovviamente in modo inconscio,  e tu potresti essere tentata di rivoltarti contro queste accuse infondate e rispondergli con critiche o dinieghi violenti, che non faranno altro che peggiorare la situazione.

Il primo consiglio è di non cedere ai ricatti o ai soprusi e farsi rispettare. Se lui ha la paranoia dei vostri amici maschi, vorrebbe che non li frequentaste più, non cedete e non limitatevi, anche a costo di farlo soffrire. Ovviamente evitate di avere comportamenti troppo affettuosi, come carezze, abbracci e baci verso di loro.
Un altro errore è poi quello di ricorrere alle menzogne, anche quando non c'è nulla da nascondere.
Se lui però continua con scenate e pressioni di vario tipo, fategli capire che continuare a ossessionarvi vi farà allontanare, forse la paura di perdervi lo farà ragionare un poco alla volta.

Cercate anche di capire l'origine della sua insicurezza, e fatelo ragionare e riflettere sul fatto che è solo una proiezione all'esterno delle sue paure e non la vera realtà; sostenerlo nella costruzione della sua identità - soprattutto se hai capito che il tuo partner non ha una vera vita tutta sua senza di te - significa aiutarlo a capire in che modo potrebbe riempire la propria vita di attività nuove, piacevoli e fonte di soddisfazione personale.

Se, nonostante tutti i tentativi di tenere a bada la sua possessività, il vostro compagno non migliora e continua ad opprimervi con la sua gelosia, non vi resta che una soluzione: lasciarlo. Mollare una persona possessiva non è semplice: sicuramente farà di tutto per persuadervi a tornare sui vostri passi, promettendovi anche di cambiare (cosa molto improbabile, di fatto).
Se siete sicure della vostra scelta, siate ferme: del resto avete tutto il diritto di vivere una storia di coppia serena e felice, senza essere limitate dalla possessività del partner!


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it