Scambio di coppia: cos'è e come si pratica?

di Guy Pizzinelli 

Tra voyeurismo ed esibizionismo, lo scambio di coppia è una pratica sessuale molto diffusa per cercare una pausa dalla routine della monogamia

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Scambio di coppia? Un'idea attraente per molti.
Ma di fatto, come si arriva allo scambio di coppie? Come si fa?
«E' un'esperienza che abbiamo deciso di fare di comune accordo. Nessuno dei due ha dovuto convincere l'altro. Cominciò tutto una sera in casa di amici. Eravamo a cena di una coppia della nostra età e a un certo punto ci siamo ritrovati tutti nello stesso letto. E' stato bello, naturale, perché tutto è nato all'insegna della massima libertà», così lo racconta un protagonista.
Da una parte c'è chi solo all'idea prova ribrezzo, per questioni di rispetto e gelosia. E poi c'è chi pratica (o vorrebbe) invece questa sorta di trasgressione come via di fuga dalla solita routine della coppia, un tentativo per riaccendere la scintilla della passione. Un "gioco", come lo chiamano gli scambisti stessi, che si può definire un tradimento consapevole, puramente a scopo sessuale, senza coinvolgimenti sentimentali. 

Coppie normali, con figli, scelgono lo scambismo per unire la vita sociale a quella trasgressiva… ed in questo caso, gli incontri possono avvenire ad esempio, durante una cena, per proseguire, se i "commensali" si piacciono, nel gioco erotico. Se invece l'attrazione non scatta, avranno trascorso comunque una serata in compagnia.
Le attività di scambismo possono includere atti di esibizionismo (farsi guardare dal partner mentre si fa sesso con una terza persona), voyeurismo (osservare il partner mentre fa sesso con una terza persona), sesso di gruppo e altre variazioni sessuali caratterizzate dalla consapevolezza che la persona alla quale si è legati affettivamente sta avendo un rapporto sessuale con un terzo soggetto, così come dal piacere di poter avere rapporti sessuali con altre persone che non siano il partner ma con la complice consapevolezza di quest'ultimo.
Controintuitivamente, le coppie scambiste non hanno breve durata e la loro attività socio-sessuale non finisce per distruggere il loro senso di intimità. Anzi, appare ragionevole supporre che questa complicità nella realizzazione delle rispettive fantasie sessuali possa aumentare il loro senso d'intimità, di coesione e quindi d'affetto.

Perché le coppie ricorrono allo scambio? Per vari motivi: c'è chi ha una vera passione per questa pratica ma anche chi lo fa solo per ravvivare un rapporto giudicato ormai piatto, oppure per vivere un momento di trasgressione pura.
Ma, nella realtà, i partner non sono gelosi? E lo scambio di coppia non è un tradimento? Innanzitutto è bene chiarire che quando si decide di comune accordo di dedicarsi agli scambi di coppia, il concetto di tradimento decade, perché gli scambi di coppia prevedono, per loro natura, che i partner si concedano a un vero e proprio scambio con un'altra coppia, consumando i rapporti sessuali l'uno sotto gli occhi dell'altra.
Una cosa che accade più spesso di quanto pensiate.
Secondo i dati diffusi da Federsex, infatti, sono oltre 2 milioni le coppie italiane che hanno dichiarato di aver provato questa pratica almeno una volta. Non tutti, ovviamente, lo fanno regolarmente: gli assidui sono circa 500 mila e sono persone di età media tra i 30 e i 50 anni.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it