Sesso durante le ferie: se ne fa di più o di meno?

di Guy Pizzinelli 

Belle le vacanze, ma a volte a volte la convivenza forzata H24 rischia di far saltare anche legami consolidati. Figuriamoci la voglia di sesso. E voi, in ferie, ne fate di più o di meno del solito?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Estate è sinonimo di ferie e, per chi non è single, di vacanza di coppia.
Ma anche di sesso, tanto sesso e sempre?
Che questo sia un momento per ritrovarsi, riscoprirsi, o magari anche risolvere e recuperare un rapporto è una credenza piuttosto diffusa.
Così come lo è che sia il momento per condividere tutto, sempre con gioia, comprese le pulsioni sessuali in un ambito più spensierato e libero.
I risultati quindi, prevedibilmente, sono duplici: si può tornare a casa più affiatati e complici, dopo notti passate a fare sesso selvaggio, più vicini dal punto di vista affettivo, intimo e di complicità, ma altre volte invece la convivenza lungo tutta la giornata appesantisce il rapporto e la vacanza e le coppie se ne tornano a casa più stanche.

L'estate è per definizione e tradizione comunque complice dell'intesa sessuale tra uomo e donna:  invita a lasciarsi trasportare dai sensi. Grazie alle temperature bollenti, i corpi svestiti e le serate in spiaggia, in ferie cresce la frequenza dei rapporti sessuali tra le coppie stabili e anche quelle occasionali. Secondo psicologi e psicoterapeuti, bisogna sfruttare le nuove energie derivate dalla bella stagione per ritrovarsi nell'intimità; cercare il piacere in campo sessuale nel partner con cui stiamo da tempo dà molta soddisfazione e rinsalda la coppia.
Quindi sì, per certi versi ferie è sinonimo di più sesso, e meglio.

Ma esiste anche un bel rovescio della medaglia, e come poteva essere altrimenti?
Un recente studio condotto da Durex, la famosa casa produttrice di preservativi, durante le ferie le coppie condividerebbero in realtà meno sesso e giochi erotici: la colpa sarebbe dei device sulla rete, cioè telefonini e tablet, che sempre più tolgono tempo al rapporto tra lui e lei.
E finisce così che anziché fare l'amore più spesso, le coppie si concentrino più che in altri momenti dell'anno su socialnetwork e instant messenger.
Da un indagine delle abitudini delle coppie sulle loro abitudini sessuali in vacanza è infatti emerso che il 41% di esse passa parecchio tempo di notte a navigare in Internet e a postare sui i socialnetwork, anche se a fianco c'è il partner. Mentre un altro 40% sostiene di essere svogliato e poco propenso a proporre sesso o petting all'altro se il compagno è sul pc o al telefonino.

Eppure, in controtendenza a questo dato, è proprio in questo periodo che esplode il ricorso alla "pillola del giorno dopo". Nell'agosto 2015 si è infatti registrato il picco di vendita di questo farmaco, con 37.000 confezioni. Se si considerano anche giugno e luglio 2015, si calcola un'impennata del 15% rispetto a gennaio, febbraio e marzo dello stesso anno.
Non solo, ma a settembre iniziano i guai più seri, con un aumento vertiginoso di malattie sessualmente trasmissibili (MST) e di gravidanze indesiderate. 

E voi, in vacanza, fate più sesso o meno che nel resto dell'anno?


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it