Flirt e Amori estivi: come iniziano, perché finiscono

di Guy Pizzinelli 

L'estate ci regala inevitabilmente  flirt e amori in vacanza. Che molto spesso, una volta finite le ferie, svaniscono con la distanza... Ecco come sopravvivere

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

L'estate è la stagione delle ferie, della distrazione, delle vacanze e anche degli amori, appunto, estivi. Relazioni improvvise che nascono durante una serata sulla spiaggia o una notte in discoteca. Flirt  che durano il tempo di una vacanza o che possono (forse) trasformarsi in qualcosa di più importante.
Ma una caratteristica quasi inevitabile degli amori estivi è che sembrano perdere la loro vitalità all'arrivo di settembre. Ma è una regola valida per tutti?

Il portale Incontri-Extraconiugali.com ha chiesto ad un campione di mille tra i suoi frequentatori come si comportano con i loro amorazzi dell'estateIl 33% ammette che solitamente dà il ben servito alla compagna dell'estate che aveva scelto con estrema cura. 
Un buon 29%, ha confessato che ha trovato nella località di villeggiatura un sostituto temporaneo al proprio amante in ferie, una sorta di palliativo per tentare di resistere alla noia.
Un altro 15% composto esclusivamente da quelli rimasti in città ha ammesso di avero spesso portato avanti la storia una volta tornati in città e al lavoro, ma solo per qualche mese.

Certo che però, se uno è di Milano e l'altra di Lecce, la storia durerà il tempo di qualche messaggio nostalgico e sopravviverà appena qualche settimana, una volta tornati a casa. La routine delle abitudini e soprattutto i chilometri non perdonano.
Le storie estive si dividono infatti in tre categorie: quelle che dureranno non più di due o tre giorni, quelle che sembrano poter durare (ma non dureranno più di due mesi dopo il rientro), e quelle (davvero rarissime) che dureranno sul serio e che diventeranno amori grandi.

Ma ricordate: quelle in cui dal flirt estivo nasce una vera storia duratura, sono davvero  casi più unici che rari. Si tratta dell'eccezione che conferma la regola. Quindi mai farsi troppe illusioni.
Anzi, con coraggio, tornate alla vostra
realtà routinaria al meglio che potete. Sfruttate il riposo e le energie recuperate per affrontare al meglio l'inverno con le vostre solite attività, oppure inventatevi nuove passioni e interessi e soprattutto non chiamatelo per prime, o peggio, non continuate a chiamarlo più volte mentre lui non vi chiama mai.
La stagione nuova in arrivo vi porterà di meglio.




Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it