Lingerie per sedurlo: quale mettere e quale evitare

di Guy Pizzinelli 

La lingerie che mette in risalto la tua femminilità (e quella che la uccide). Ecco come sceglierla

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Scegliere la lingerie giusta non è cosa facile. Prima di fare le prove nel camerino di qualche boutique specializzata devi decidere cosa vuoi esaltare, e cosa evitare di mettere in evidenza.
Parlando di lingerie e di abbigliamento erotico in generale, si entra in un campo molto soggettivo, in cui il gusto può spaziare in ogni direzione e non può che essere individuale. Si va dal bianco infermiera, al fetish più spinto con latex, seguendo sempre e soltanto le proprie inclinazioni e i percorsi che accendono le fantasie personali.
La lingerie è da sempre un'arma di seduzione molto importante per una donna, ha sempre giocato un ruolo fondamentale sull'uomo, e la scelta non è mai banale perché riflette la personalità della donna che la indossa.
La maggior parte degli uominifa caso alla biancheria femminile:  l'eterno gioco del vedo e non vedo ha sempre catturato il maschio, quindi va molto forte quella che fa intuire, ma non svela del tutto e non è all-in-your-face.
Per una prima uscita le donne preferiscono un intimo provocante ma di un tono pacato, del tipo "sono passionale ma non svergognata".
Il pizzo in questi casi è il privilegiato, possibilmente di un colore pastello.
Se con il partner hai ormai un legame duraturo, sono da preferire i colori più decisi tipo il nero o il rosso, ma sempre un classico reggiseno e mutandina.
Sono molto apprezzati da alcuni anche i completi in pizzo sagomati, un must della seduzione e poi baby doll dallo stile retrò, come pure sottovesti in satin e nuance pastello, per sentirvi non solo comode e a nostro agio, ma anche sensuali e femminili.
Tra i disastrosi capi da evitare:  le culotte! I mutandoni della nonna sono ottimi come indumento contenitivo ma banditi da qualsiasi incontro sessuale.
Non solo la culotte, però, richiede un lato b tonico: anche il perizoma. Attenzione a questo capo di intimo, la regola principale è: sono mutande, non un cavetto USB. Evitare gli spaghetti di tessuto che fanno tanto pornostar, e che non sono poi così amati dagli uomini. Il perizoma deve essere elegante, possibilmente in stoffa, e deve coprire la parte superiore delle natiche.
Fuori luogo anche la calza color carne: già il collant in sé non è proprio il picco dell'erotismo, ma sceglierlo color carne vuol dire fargli pensare che sei una zitellona che non sa come approcciarsi allì'arte della seduzione e che insieme non sa valorizzare il proprio corpo.
Lo stesso vale per la parte sopra: un reggiseno color carne - e magari imbottito, per nascondere un seno piccolino - è ciò che di più anti-sesso possa esistere. Tolta l'armatura si capisce subito quello che sei e che hai.
Scegli quindi un intimo che ti faccia sentire bella, sexy ma a tuo agio, è inutile osare o fingere, per apparire ciò che non si è.
Ricordatevi che, essendo il primo appuntamento, prima di tutto l'importante è farvi conoscere per ciò che siete, poi se tutto procede bene, si può osare nel tempo.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it