Come sopravvivere a un uomo narcisista

di Guy Pizzinelli 

Un partner narcisista trova sempre motivi per aggredire l'altra persona, per criticarla e farla sentire sempre più insicura

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Qualunque donna ne abbia incontrato uno, ha imparato a proprie spese che il Narcisista è una persona che ama sé stesso prima di chiunque altro e, a volte, al posto di chiunque altro.
Certo, i narcisisti hanno una patina di sicurezza che li rende affascinanti e di fatto hanno spesso molte qualità e un gruppo di ammiratori. Ipocriti, egoisti e sprezzanti, hanno bisogno di un pubblico che battano loro le mani e apparire splendidi: le critiche li mandano in bestia. Sono presuntuosi, sopravvalutano le qualità che hanno e sono convinti di avere il diritto di essere trattati in modo particolare.
Sotto la patina della sicurezza e del carisma c'è però un'incolmabile sensazione di essere niente, di essere senza un ombrello mentre piove a dirotto. L'arroganza, la critica, la superiorità servono alla persona narcisista per non entrare in contatto con queste parti di se stessa che generano una sofferenza intollerabile: sono delle difese che la salvano dalla depressione.
Essendo pieno di sé il Narcisista agisce - anche senza rendersene conto - in modo tale da spingere le altre persone a stare al suo gioco e per fare ciò le manipola più o meno sottilmente.
Alcuni esempi di comunicazioni tipicamente rivolte alla partner sono:
- le altre donne fanno tutte così… (quindi devi farlo anche tu, se non vuoi essere da meno)
- le mie ex sì che erano così perfette (quindi devi esserlo anche tu, se vuoi essere almeno alla loro altezza)
- le altre donne mi guardano e mi vorrebbero tutte (quindi datti da fare se non vuoi perdermi)
L'atteggiamento verso gli altri uomini è generalmente competitivo e il Narcisista cura molto l'abbigliamento e/o la forma fisica (dieta, palestra, trattamenti estetici), disperandosi quando nota la perdita dio capelli o la comparsa di rughe.
I narcisisti ipercontrollanti usano diverse tecniche per tenerti in loro balìa. Fanno leva sul senso del dovere o della riconoscenza, ti fanno sentire in colpa. Tutto pur di costringerti a essere d'accordo con loro. Impara invece a reagire in modo indipendente da loro, accettando la loro disapprovazione o la loro collera. Se rimani succube di un'altra persona, tradisci te stessa. Scegli allora la libertà che, oltre a essere un diritto, è anche una responsabilità. Sacrificandola, perderesti la tua stessa identità. Nessuno può vivere una vita soddisfacente seguendo i dogmi di un'altra persona.
Li puoi cambiare? Decisamente no. E' la regola numero uno quando si ha a che fare con i narcisisti. Sono convinti di avere sempre ragione, non hanno capacità autocritica e non riescono proprio a mettersi nei panni degli altri. Tendono a manipolarti suscitando in te sensi di colpa, rabbia, paura e insicurezza. Instaurano un rapporto di sudditanza psicologica. Il cambiamento in loro non si verificherà mai.
Pertanto, è inutile che cerchi di discutere con loro e che sprechi energie ossessivamente. Per convivere con un narcisista, devi agire su te stessa. E cambiare il tuo atteggiamento nei loro confronti per sopportarli al meglio.
Ma si fa forse prima - e meglio - a lasciarli.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it