Vita da single: tutti i segreti

di Guy Pizzinelli 

La vita dellaa single che frequenta più uomini può essere molto divertente, se sai come farlo

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Single è bello.
Ti piacerebbe fare la single a caccia di attenzioni e di avventura, almeno per un periodo della tua vita? È questo che stai contemplando?
Noi crediamo che possa essere divertente, se si dispone di una buona dose di autoironia e leggerezza.
A meno che stare sola non sia una scelta precisa, allargare il giro delle frequentazioni maschili può essere un ottimo modo per gratificare almeno il tuo ego. Spostando l'approccio dal "Perché?" al "Perché no?"
Personaggi insospettabili potrebbero nascondere frammenti del tuo uomo ideale: almeno quanto basta per divertirti, consolarti, interessarti o farti anche solo sentire carina, per qualche serata. Per contro, l'unico rischio è dover fingere un malore per interrompere una serata noiosa.
E se ricevi un due di picche?
Non puoi rischiare di roderti il fegato un'intera serata perché quello con cui dovevi uscire ha trovato di meglio da fare: devi piuttosto tenerne sempre a portata di mano degli altri che non vedano l'ora di starti a sentire e di pagarti la cena. Ricorda che alternare gli uomini è un'ottima tecnica per non annoiarsi e trovarli interessanti più a lungo.
Ma attenzione, perché proporsi ha sempre come conseguenza possibile quella di rimbalzare contro un muro di rifiuto. Muoversi su più fronti serve anche a proteggere la tua autostima in un caso del genere. Ma se i rifiuti ti fanno soffrire a prescindere, anche quando vengono da un tizio che hai avvicinato senza un vero motivo, il gioco di cui abbiamo parlato finora probabilmente non è il più adatto per te.
Non annoiare, non annoiarti.
Inutile dire che, per poterti permettere di giocare su più tavoli e spesso, devi tenere alto il loro interesse anche dopo la fase dell'approccio. Il che non vuol dire fare presente a ciascuno quanto è stato fortunato ad essere scelto quella sera, tra tanti.
Si tratta piuttosto di offrire una compagnia leggera e gradevole: il tuo ex, ad esempio, il tuo orologio biologico e la tua sindrome premestruale sono argomenti di conversazione che potrebbero far scappare a gambe levate il malcapitato dall'altra parte del tavolo.
Scegli con attenzione.
Sarebbe stupido cedere per sfinimento o per pena alle insistenze di persone che non ti attraggono nemmeno un po': la superficialità dei rapporti che fare la single splendida spesso comporta implica la possibilità di evitare tutti quegli obblighi e quei piccoli ricatti emotivi che in una relazione reale dovresti affrontare per forza.
Quanto al sesso, è ovvio che  frequentare tanti uomini diversi non vuol dire dover
andare a letto con tutti quelli che frequenti. A meno che la cosa non ti faccia piacere.
Bando alle gelosie.
La libertà eccitante che viene dal frequentare tante persone senza amarne nessuna, è un
sempre un diritto anche di ciascuna di quelle tante persone. In particolare, se si tratta
di uomini fidanzati o sposati, cerca di evitare come la peste accenni di gelosia e soprattutto l'argomento delle loro compagne. Punto primo perché li faresti sentire in colpa. Punto secondo, perché rischieresti di diventare la confidente delle loro deprimenti infelicità coniugali.
Impara quando fermarti.
E se a un certo punto, d'un tratto uno dei tuoi nessuno comincia a diventare un qualcuno, sappi che la vera single l'ultima regola del gioco su più tavoli è che non può convivere con nessun tipo di coinvolgimento profondo. E se inizia  provare qualcosa, rassegnati: ci sei cascata. Vuol probabilmente dire che hai continuato a giocare finché non arrivava esattamente quello che stavi cercando.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it