Amico di letto: divertirsi con del sano sesso (ma senza complicazioni)

di Guy Pizzinelli 

Come gestire un rapporto di amicizia che però comprenda anche rapporti sessuali più o meno regolari? È meno complesso di quanto si pensi!

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

In italiano il termine per definire un rapporto di amicizia fra due persone che però comprenda anche rapporti sessuali più o meno regolari è "trombamico" (e diciamolo, è oggettivamente bruttissimo e volgarotto). Ma il fenomeno sia in Italia che nel mondo, è in crescita esponenziale. Infatti gli inglesi lo chiamano fuck buddy, oppure friends with benefit, cioè gli amici di letto.
Ma quali sono i benefici degli amici di letto? Quello principale è appunto il letto: essere amico o amica di una persona e fare sesso con lei. Se hai un amico che è solo amico o un'amica che è solo amica, i benefici di sesso non ci sono mai. Se invece hai un amico o un'amica che è anche un amante o una amante, allora siete a tutti gli effetti degli amici di letto.
Così tanto amici, appunto, da condividere anche l'intimità

Per vivere bene un'amicizia di letto è sempre meglio essere determinate e soprattutto sincere con sé stesse. Quindi, prima di avventurarvi in questo tipo di relazione chieditevi intimamente se è davvero quello che volete o se invece, in fondo in fondo, non speriate che possa essere una scorciatoia per entrare (più che nel letto) nel cuore di qualcuno che già vi interessa. Oppure un modo diverso per trovare l'amore. 

Le emozioni prima o poi saltano fuori e allora ecco il senso di colpa o, peggio ancora, lo sbocciare di un sentimento non corrisposto. E la delusione fa male. Basta guardare le statistiche degli amici di letto italiani, per capire qualcosa dell'asimmetria tra i sessi: non sono solo giovani adulti sotto i 30 anni. Ci sono anche quarantenni accoppiati, uomini e donne, che portano avanti diverse amicizie erotiche in contemporanea 

E la frequenza degli incontri? Il ritmo ideale sta tra una volta alla settimana e una ogni tre. Va  tutto bene anche per i giorni festivi o i weekend, purché non diventino un obbligo da soddisfare.

Ma attenzione: mai aspettarsi regali di compleanno o per le feste comandate, così come una vacanza insieme. Quelli sono benefit riservati alle relazioni ufficiali. Il massimo che è consentito aspettarsi è una cena al mese, insieme.

Obblighi? No grazie! Se si è amici di letto non si prendono impegni, non se ne chiedono, non si hanno responsabilità verso l'altro. L'altro o l'altra non ti chiederà mai (finché tutto fila liscio e nessuno s'innamora) quando vi metterete insieme ufficialmente,  quando vi sposerete,  quando farete un figlio insieme, una famiglia, un dentifricio…

Una relazione tra amici di letto è possibile solo se si è entrambi capaci di gestire la libertà che ci si concede reciprocamente. È molto probabile che, dopo lo slancio di entusiasmo iniziale e con l'aumentare della frequenza degli appuntamenti, si finisca per sentirsi in qualche modo legati al proprio friend-with-benefit. Ma ricordatevi che, se il vostro "scopamico" decide di uscire con altre persone, voi non avete alcuna voce in capitolo.

Una "storia" di questo tipo ha una durata limitata: sei mesi,  un anno al massimo, sempre che non vi stressiate molto molto prima.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it