Sesso online: come flirtare hot

di Guy Pizzinelli 

Il web è un luogo perfetto d'incontri: non stupisce il numero di chat e siti di dating, dove l'obiettivo è quello di una relazione piccante oppure romantica

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Erotismo e brividi a portata di clic. Il web è un facilitatore di incontri: non stupisce dunque il numero elevato dilagare di chat e siti hot, ma anche dei siti di dating, dove l'obiettivo degli utenti, spesso donne, è quello di una relazione romantica o passionale. I guai cominciano quando la passione per il cybersex diventa patologica, oppure quando inficia le relazioni vere e reali già esistenti.

Tuttavia, è ovvio che internet ha cambiato il mondo, soprattutto sul fronte delle relazioni amorose fra le persone. Quello del sesso on line è senza dubbio uno degli aspetti che maggiormente caratterizza il web.Una ricerca recente ha portato a stilare la classifica delle città italiane in cui c'è maggiore flirting a luci rosse: tre italiane su dieci ammetterebbe di fare sesso sul web e molto lo praticherebbero frequentemente con quei "partner" anche dal vero. La pratica preferita delle donne? Lo scambio di selfie hot. Il 13 per cento delle connazionali under 30 provocherebbe il partner con scatti a luci rosse.  Meglio delle italiane, solo le americane. Nel 25 per cento dei casi, infatti, praticherebbero sesso online inviando foto di nudo integrale.

Da una ricerca del Codacons risultano in Italia più di 18.000 le ragazze che operano professionalmente in questo settore. La maggior parte sono studentesse universitarie che così pagano anche l'affitto e le spese universitarie.  Si guadagna anche 2.000 euro al mese esibendosi in webcam cinque giorni a settimana. 

Federico Tonioni, direttore del Centro per le psicopatologie da web del Policlinico Gemelli di Roma, mette in guardia dalla dipendenza da internet piccante:"Prima di tutto - premette - bisogna dire che il sesso via web non è sempre patologico, può essere un modo come un altro per declinare il proprio desiderio, la propria fantasia, concedersi avventure spesso solo virtuali e sognare un po'. Il fatto di non arrivare mai a un incontro dal vivo consente di coltivare l'illusione, ma a volte le cose sono differenti: le emozioni del sesso virtuale diventano una 'droga' che porta compulsività, ossessione e l'assenza di uno scambio vero e proprio con l'altro. Il sesso via web mette al riparo da emozioni, sensazioni ma anche dai problemi di quello reale. Ci si spoglia e si fa texting mandando immagini hard per avere ricariche, ma poi dal vivo si è in imbarazzo perché non si tratta di esperienze reali. Ecco che il pericolo è quello di un blocco, una timidezza estrema con gli altri in carne ed ossa, che porta poi a una nuova fuga liberatoria sul web.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it