di Guy Pizzinelli 

Sei intelligente e carina e non ti manca proprio nulla per attrarre un uomo. Eppure sei ancora single? Ecco perché

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Per tutte quante, dopo una relazione e passato il dolore dei primi tempi, l'idea di tornare a essere single appare liberatoria, perché finalmente nessuno a controlla e condiziona più la vostra vita e potete fare tutto quello che volete. Ma con il passare dei mesi lo status di singletudine ricomincia a pesare, anche perché magari tutte le altre amiche hanno trovato un fidanzato e reggere moccoli  non piace a nessuna.
Il mistero è quindi che malgrado siate carine e intelligenti e facciate pure una vita interessante, non vi si fila nessuno, oppure non trovate una relazione che vada oltre il primo appuntamento e forse una prima notte di sesso con lui. Poi ciao.

Questo succede anche perché molte donne e ragazze non riescono a esprimere il loro pieno potenziale, a mettere a buon frutto i propri punti di forza, perché pensano in primo luogo che essere single sia una condizione della quale non andare affatto orgogliose. Un po' come se l'essere single fosse una sorta di sfiga o di peccato originale. E per le donne, che spesso ingiustamente vengono considerate dalle stesse compagne, molto più di quanto accada agli uomini, secondo un metro di misura che tende ad attribuire loro valore solo in base alle loro presunte capacità seduttive e alla loro capacità di compiacere un uomo, l' essere single è spesso un peso che può risultare ben più imbarazzante. 
D'altro canto, la domanda che viene pure spesso spontanea verso coloro che cominciano ad avere relazioni una via l'altra a partire dall'adolescenza e a coloro che, appena concluso un lungo matrimonio o convivenza si mettono subito in un'altra relazione è: "ma non avete voglia di assaporare un po' più a lungo e con goduria la vostra vita da single?" 

Single è bello e divertente, ma se lo status non ti aggrada più di tanto, prova ad ascoltare di più la tua voce interiore, cerca di capire quali sono i tuoi veri bisogni. Fai i conti con le tue paure e le fragilità, prova a non stare sempre sulla difensiva, smantella tutte quelle inutili barricate che hai eretto nei confronti dei maschi che ti hanno deluso. Quando pensi a te, cerca di non considerare solo l'aspetto esterno: dentro sei di certo ugualmente  preziosa. Prova a smettere di autocommiserarti e cerca invece di  valorizzare la nuova immagine di te stessa verso gli altri. Devi consentirti la possibilità di rischiare, di intraprendere, di fare.
E anche di sbagliare, perché l'autostima non è una dote innata, ma è il risultato delle esperienze di vita, dei confronti, delle prove difficili affrontate nel passato. Devi smettere di pensare che vali soltanto se hai accanto un partner: il tuo valore non diminuisce se sei sola o single.

Stare con un'altra persona non significa realizzarsi completamente nel rapporto: devi sviluppare una maggiore autostima ed imparare non solo a chiedere affetto, ma anche a darne a te stessa in primis. E soprattutto, pensa sempre a divertirti. Anche con gli uomini, certo.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it