L'amore come la fotografia

di Guy Pizzinelli 

Lei che crede nella storia, lui che dice di non avere tempo. Leggi la risposta di Guy a Fay

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo: Corbis

Photo: Corbis

Caro Guy, sono Fay e ho sedici anni. All'inizio dell'anno scolastico ho conosciuto un ragazzo di due anni piu' grande di me.
Di solito non affondo le radici in una relazione, non mi affeziono molto alle persone perchè penso alla mia piu' grande passione, ovvero la fotografia, e alla scuola. Non sono neanche un tipo molto socievole, ovvero: qualche anno fa lo ero tant'è che all'arrivo al liceo conoscevo quasi tutti; però a un certo punto le persone hanno iniziato a deludermi. E poichè, come del resto ogni essere umano, non amo soffrire, mi sono chiusa un po' dimenticando tutti e tutto.
Poi succede che conosco questa persona e, a differenza di altre volte, inizio a cercarlo. Prendiamo a parlare sempre piu' spesso e anche lui dimostra un certo interesse nei miei confronti, ma nello stesso tempo afferma che non ha tempo per una storia, dati i vari impegni della sua vita.
Allora, da tipo diretto quale sono, un giorno gli dico che voglio passare piu' tempo con lui, per conoscerlo meglio.
Non so se mi capisci...ma avevo bisogno di guardarlo negli occhi, parlargli guardandolo come per dimostrare a me stessa che era reale.
Lui mi ripete che non ha tempo, che vorrebbe passare del tempo con le persone a lui importanti, ma che non può, per varie cose. Alla fine del discorso, però, si mostra possibilista: dice che andiamo incontro all'estate e che sicuramente riuscirà a trovare del tempo; poi mi confida che ha paura di innamorarsi (sottolineandolo piu' volte), e infine che ci saremmo potuti frequentare. Dopodiché, va a dire alla mia migliore amica che gli piaccio, solo che non mi vuole far soffrire (ignaro che già lo stava facendo) e che non è il momento.
Ora, quando le persone chiudono una porta, o come in questo caso me la socchiudono, io mi chiudo in me stessa istintivamente. Inizio a vedere nero; saranno gli ormoni.
Credo di non aver mai rinunciato a questa relazione, anche perchè so che precedentemente lui aveva avuto una relazione che lo aveva fatto stare molto male, e ho pensato che questo rifiuto fosse dovuto anche a questo.
E il tempo sta passando, e siamo arrivati a non salutarci nemmeno, anche se frequentemente a scuola ci incrociamo; lui da lontano mi guarda mentre scherzo con i miei compagni di classe o gli amici.
Io non so cosa fare, perchè credo ancora che lui sia diverso dalla massa di idioti che circolano, soprattutto alla mia età.
Quindi mi rivolgo a te. Tu come la vedi? Cosa ne pensi? Grazie mille,
Fay.

Fay, se sei appassionata di fotografia, sai bene che la foto, indipendentemente dall'equipaggiamento che abbiamo in mano, è qualcosa che vediamo e immaginiamo noi, nella nostra mente, ancora prima di premere il pulsante dello scatto.
Se sei davvero appassionata, sai anche che tutto sta nella tua capacità di catturare la luce in un certo modo (fotografare davvero, alla fine, significa essere ossessionati dalla luce). Ci sono tutti quei bottoncini e quei comandi, infatti, sulle digitali di oggi, che alla fine non fanno altro che far entrare, distribuire ed esaltare la giusta quantità di luce che finirà sul sensore. Controllo dell'esposizione, apertura, settaggio ISO, bracketing, bilanciamento del bianco: diventane padrona e avrai la foto che vuoi tu.
Ecco, se questo ragazzo parla di te, se dà segno di volerti e che gli piaci, ma non si decide, è possibile che tu debba affinare alcuni "settaggi" nel modo in cui cerchi di sedurlo, di prenderlo.
Se.
Se ne vale la pena, se c'è un riscontro, se hai voglia di investire tempo ed energie in una "foto" che non sai se verrà come vuoi tu.
Un bel po' di "se", insomma.
Va anche detto, però, che l'amore, come la fotografia, può essere estremamente frustrante e non dare il risultato che vogliamo, non importa quanto proviamo e riproviamo a mettere a fuoco, ad aspettare la luce giusta, eccetera.
Può darsi che lui abbia solo bisogno di essere "convinto", ma può anche darsi che in realtà tu non gli piaccia più di tanto e che non abbia intenzioni di impegnarsi in una storia più "seria".
Chiediti quindi quanta voglia hai di impegnarti su questo fronte, e quanta ne abbia davvero lui di farsi sedurre.
Perché una cosa è sicura: se interessi a qualcuno, sul serio, il tempo per te lo trova. Sempre.
Guy

 

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it)


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it