La donna della domenica

di Guy Pizzinelli 

Sesso in amicizia, soprattutto la domenica. Tutto bene, finché...
Leggi la risposta di Guy a Nadia

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Foto Corbis

Foto Corbis

Ciao Guy,
sono una single di quasi 30 anni, felice di esserlo (fino a un paio di mesi fa...), non sono infatti in una relazione seria da circa quattro anni. In questo periodo sono saltata in parecchi letti, ho avuto uomini diversi, li ho "usati" per appagare i miei desideri, e con molta leggerezza sono stata con sconosciuti per poi sparire senza neanche dire il mio nome.
Arrivo al punto: due anni fa conosco un ragazzo in un club. Dopo poche ore
sono nel suo letto (fin qui niente di nuovo!)
Da quella sera cominciamo a vederci. Lui mi manda messaggi solo durante
il fine settimana, quando è sbronzissimo, e mi chiede di andare a casa sua;
stessa cosa faccio io. Tutto questo va avanti a singhiozzi, a volte non ci sentiamo per settimane, ma poi puntualmente uno dei due richiama.
Capisco che lui mi chiama soprattutto la domenica pomeriggio, quando le sue insicurezze lo assalgono e ha bisogno di me per rassicurarsi.
Non parliamo molto, lui è silenzioso e non mi fa domande, a volte mi dice
che ha molti pensieri, ma non riesco mai a capire di che natura siano questi problemi. Io decido di non chiedere troppo perché in fondo si tratta della sua vita privata. C'è sempre un po' di imbarazzo nell'aria, ma poi facciamo l'amore,ci coccoliamo e, appagati, trascorriamo la notte insieme. Lunedì mattina io esco da casa sua e dico solo: "Ciao, buona settimana". Niente messaggi durante la settimana, niente chiamate, mai incontri alla luce del sole.
Per me in fondo va bene così. Quello che io voglio da lui è solo sesso.
A un certo punto, però, succede che io non sono più attratta fisicamente da lui. Decisa, non rispondo più ai suoi messaggi e alle sue chiamate. Punto e basta: questo tizio non fa per me.
Dopo quasi un anno, lo incontro inaspettatamente per strada: "Wow che figo! Come ho fatto a non desiderare più questa persona?" Ho provato un brivido mai sentito prima. Lui è di fretta e mi dice che mi chiamerà.
Infatti, dopo un paio di settimane ci rivediamo. Lui sembra cambiatissimo: mi racconta tutta la sua vita dell'ultimo anno. Parla molto e addirittura mi racconta che è stato con una ragazza che ha lasciato recentemente perchè lei lo "criticava troppo". Inoltre, mi chiede perché non l'ho più chiamato ma io non rispondo, lasciandolo volutamente nel dubbio.
Da lì, cominciamo a rivederci, ma in maniera discontinua, per vari motivi
(entrambi viaggiamo per lavoro, lui è impegnato con il suo trasloco, etc
etc.).
Le poche volte che stiamo insieme lui mi riempie di attenzioni: cucina per
me, mi rende partecipe nell'arredamento della sua casa...ma presto la nostra è di nuovo una relazione "da domenica sera" e ci risiamo; è il weekend e io aspetto una sua chiamata, tengo gli inviti dei miei amici in sospeso, perché mi voglio tenere libera in caso lui dovesse chiamarmi.
Il tira e molla mi sta distruggendo.
È vero, ha funzionato per un po', ma adesso non sopporto più questo gioco e non capisco come io non riesca a svincolarmi dall'idea di lui.
L'orgoglio e la debolezza si stanno scontrando dentro di me. Vorrei chiamarlo e avere un incontro con lui in cui io possa esprimere una volta per tutte quello che sento ma nello stesso tempo mi dico che devo resistere e aspettare.
Mi riempio le giornate di palestra ed uscite, ma lui e' sempre il mio chiodo fisso. Che cosa mi succede? Chi è questo uomo che desidero da morire ma che è praticamente assente?
Ho  due immagini fisse di lui nella mia mente: il ragazzo insicuro, che magari vorrebbe che io chiamassi oppure il ragazzo deciso, che magari in questo momento è con qualcun'altra conosciuta ieri sera.
Sono spaventata perché improvvisamente mi sento sprofondata in un mare
di dubbi e questo si sta ripercuotendo sulla mia personalità, sul mio lavoro e sui miei amici. Sono stata sempre un po' insicura, e questa insicurezza mi ha aiutata a spingermi oltre e a diventare quella che ora sono. Ma quando colleghi, conoscenti, amici continuano a dirmi che, bella e intelligente e brava come sono, è impossible che io non abbia qualcuno accanto che apprezzi le mie qualità, mi prende un forte magone allo stomaco e mi aggroviglio nel mio letto soffocando le mie lacrime nel cuscino.
Penso proprio che qui ci sia bisogno del tuo prezioso consiglio!
Grazie mille,
Nadia

Nadia,
se ho capito bene, tu, reincontrando quest'uomo a distanza di un anno da una tua clamorosa retromarcia, in qualche modo te ne sei (o credi) di esserne innamorata, giusto?
Non so, mi verrebbe da dire, come farebbe una donna in questi casi con un uomo, che dovevi pensarci prima e che ora è tardi.
Però sarò più buono di così, e ti farò notare che in effetti ciò che lui ti dà non pare essere cambiato, nel tempo. Alla fine tu per lui sembri essere una relazione di sesso e non molto di più; solo che prima a te stava bene, ma ora vorresti altro.
In questi casi, quindi, non c'è altro da fare che farlo presente chiaramente, a parole, cos'è quest'altro che vuoi e verificare se a lui può andare bene. Non credo che, continuando così lui possa innamorarsi di te, almeno non se non è già accaduto sinora, e soprattutto se lui per così tanto tempo ti ha lasciata rimaner fuori dalla sua vita.
Di solito, in questi casi, i risultati si ottengono infatti quando si voltano le spalle e si lascia l'uomo lì, in attesa che ci corra dietro.
Ma lui non l'ha fatto.
Quindi, in soldoni, mi sa che anche una volta che gli avrai parlato (cosa che comunque, ripeto, t'invito a fare con molta chiarezza) non riceverai da lui nuovi spunti, temo. In alternativa, se proprio vuoi tentare una mossa inaspettata, puoi proporgli qualcosa che vada al di là della vostra routine: che so, un viaggio insieme, una vacanza, uscite regolari al cinema, a teatro, mostre, escursioni...
Però, se tutto questo non funzionasse, dovrai decidere se continuare ad aspettare qualcosa che non arriva, oppure forse dare retta ai tuoi amici e cercare altrove un rapporto completo che possa appagarti non solo sotto le lenzuola e non solo la domenica sera.
A sentimento, la seconda strada potrebbe essere la più sensata da prendere.
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it)


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it