Non c'è sesso
senza orgasmo

di Guy Pizzinelli 

Fare del buon sesso sembra facile e intuitivo? Nulla di più sbagliato.
Leggi la rispsota di Guy a Elisa.

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo Corbis

Photo Corbis

Ciao Guy,
non ho MAI parlato di questo mio problema a nessuno, perché mi causa un imbarazzo enorme e soprattutto perché non saprei con chi parlarne.
Detto ciò: ho quasi 25 anni e sono fidanzata da più di 6 con lo stesso ragazzo, salvo un paio di "pause di riflessione" volute da me, ma molto chiarificatrici.
Lui è l'uomo della mia vita, la mia dolce metà, la persona con cui vorrei metter su famiglia e da cui vorrei avere dei figli (se mai avrò il desiderio di averne).
Non voglio essere nè romantica, nè sdolcinata, sono semplicemente certa dei miei sentimenti, anzi è l'unica cosa che so! A parte che litighiamo spesso perchè abbiamo entrambi caratteri forti, siamo cocciuti e molto orgogliosi, tra noi va tutto alla grande. Tutto, eccetto il sesso. E il problema sono io.
1- Io non ho quasi mai voglia di fare sesso. Il fatto è che non ho idea del perchè! Il mio ragazzo è un bel ragazzo, mi attrae, lo amo, cosa ho che non va? Accetto ipotesi di ogni genere: puoi anche darmi della lesbica!
2- Quando lo facciamo, più o meno con cadenza settimanale (un po' perchè
micostringo e un po' perchè ogni tanto mi va) non raggiungo l'orgasmo.
A questo punto dirai "Ecco perchè non hai voglia di farlo: perchè non ti soddisfa!" ma davvero può bastare questa come ragione? Davvero sono così lineare e scontata? (Mi facevo molto più complicata ed enigmatica!!)
In realtà, dopo una scrupolosa ed estenuante autoanalisi, sono giunta alla conclusione che ci sono un altro paio di cose che non mi piacciono del sesso con lui: i preliminari trooooppo lunghi (lui li adora!) e inoltre la sua breve "durata".
I preliminari, dal mio punto di vista, servono solo ad "eccitare" il partner, mentre spesso io raggiungo l'orgasmo durante i preliminari, e poi ci credo che non lo raggiungo durante il sesso vero e proprio, visto che dura molto poco! Però c'è anche da dire che ho provato ad "accorciare" i preliminari con lo scopo di raggiungere il massimo dell'eccitazione, ma poi durante il sesso nada de nada! Forse è il caso di aggiungere che usiamo il preservativo (non posso prendere la pillola causa rischio trombosi) e putroppo questo riduce tantissimo la sensibilità.
Cosa caspita devo fare? Sono un po' confusa, anche perchè prima di lui (a 17 anni) sono stata solo con un altro ragazzo, inesperto quanto me, che tra l'altro non amavo e ho lasciato dopo due volte che ci ero stata a letto (senza ottenere alcun tipo di soddisfazione, ovviamente).
Rileggendo la mail mi sono resa conto di aver reso tutto molto macchinoso e calcolato, ma non è così: non sono stressata, non inseguo il piacere a tutti costi (anzi, dopo 6 anni ho praticamente perso le speranze!) e non sono "ossessionata" dall'orgasmo, anche perchè riesco a raggiungerlo in altri modi, vorrei solo fare l'amore con il mio uomo in maniera normale!
Lui di tutto ciò non sa niente...o meglio, secondo me finge di non sapere...ha smesso da tempo di chiedermi "Sei venuta?" perchè non riuscivo a mentirgli! Ora sono io a dirgli "È stato bello" perchè lo penso davvero, perchè l'intimità che si crea è comunque splendida e mi sento davvero felice tra le sue braccia dopo l'"amore".
Una volta ho provato ad affrontare l'argomento direttamente. Gli ho detto che mi capitava di non avere voglia (anche perché si accorgeva che lo rifiutavo) e gli ho detto cosa non mi piaceva e cosa avremmo potuto cambiare. Ovviamente ci è rimasto malissimo, si è sentito umiliato, inutile e poco virile. Abbiamo provato per un po' a ridurre i preliminari, ma il risultato non è cambiato (come dicevo sopra) e tutto è tornato come prima.
Spero di essere stata sufficientemente chiara e non troppo noiosa!
Ora
dimmi, il mio problema può essere causato da tutti questi fatti sommati uno all'altro? Può essere tutto un mescolamento di cause-conseguenze?
E se è così, come lo risolvo? Da cosa parto?
Grazie!!
Elisa

Cara Elisa,
innanzitutto ci andrei piano prima di dire che lui è l'uomo della tua vita e quant'altro, se sul piano del sesso siete messi come siete messi.
Una risposta molto occamiana e sbrigativa sarebbe: là fuori, per quanto ne sia, c'è un mondo pieno di maschi che potrebbero eccitarti prima, durante e dopo l'amplesso,  facendoti venire più e più volte, senza tante menate, preservativi o no.
Per come la penso sui preliminari e su chi li esige a tutti i costi, ti rimando a questo
Ora, se devo essere tranchant, mi pare che lui non ci sappia molto fare, da quanto racconti della sua gestione dell'amplesso. E certo, se lui dura poco, questo non aiuta. Se tu vieni durante i preliminari, escluderei che tu possa essere frigida, come domandi nel subject della mail.
Fingere di non vedere, capire, sapere, non risolve nulla, ma sinceramente non so quanto possa risolvere anche parlarne se tu come prima cosa ammetti che [con lui] non hai quasi mai voglia di fare sesso. E scrivo tra parentesi "con lui", perché bisognerebbe sperimentare se là fuori non ci sia invece qualcuno che, appena lo vedi o lo sfiori, ti faccia solo venire voglia di saltargli addosso. Secondo me esiste, eccome. Devi solo trovarlo.
Una coppia in cui non funziona il sesso, è una coppia che non ha motivo di stare unita se non dopo i 60 anni. Ma questa è solo la mia opinione.
Qualche donna potrebbe anche risponderti di "lavorarci su" con il tuo ragazzo, parlargli di più, educarlo a farlo come vorresti, ma secondo me non si può  costruire un'alchimia ormonale così come non si può "imparare ad amare" qualcuno.
Sono fenomeni che o si verificano naturalmente, spontaneamente, oppure è meglio guardare altrove.
Prima di pensare, comuqnue, che tu hai qualcosa che non va, come accenni, io proverei a vedere se con altri, che so, 8 o 10 uomini succede lo stesso.
Scommetto proprio di no.
Auguri,
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it )


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it