Mai insistere,
mai elemosinare

di Guy Pizzinelli 

Inseguito per mesi, lui alla fine cede. Una debolezza dell'ego, ma...

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo: Corbis

Photo: Corbis

Gentilissimo Guy,
volevo chiedere un consiglio: l'anno scorso ho conosciuto un ragazzo in chat, esattamente a maggio. Dopo 15 giorni abbiamo deciso di incontrarci e appena ci siamo visti, siamo stati presi come dalle scintille! Ci siamo rivisti a giugno e poi ad agosto mi ha mandato un sms, dicendo che lui non se la sentiva di continuare la nostra storia.
Ci sono rimasta male, ma non mi sono data per vinta: ho continuato a  messaggiarlo fino a gennaio, tanto che poi, finalmente, è arrivato un suo  messaggio nel quale mi diceva che non mi aveva mai dimenticato e mi ringraziava
per tutti i messaggi che gli avevo inviato.
Diceva anche che mi voleva incontrare. Immagina la mia gioia: tutto questo  tempo, ad aspettare... Poi finalmente, dopo avermi scritto che sarebbe venuto, il 18 giugno viene a trovarmi. Appena ci siamo visti, neanche il tempo di guardarci negli occhi, siamo finiti a letto, a coccolarci.
C'è un'attrazione fra noi che ci fa sembrare calamite! Avevamo tante cose da dirci. Io gli ho dichiarato apertamente il mio amore, pensavo di ricominciare... e invece quando è ritornato a casa mi ha mandato un sms, dicendo che non se la sentiva di impegnarsi e che io merito qualcosa di più, ma che mi voleva bene.
Dopo pochi giorni, una sera  mi scrive che durante l'inverno ha avuto dei problemi: ha conosciuto una ragazza che le è stata molto vicina, la sta frequentando, però non è niente di che; anzi, mi scrive che possiamo pure vederci ogni tanto.
La delusione più totale mi ha pervaso: a cosa è servito tutto questo dichiararmi e avergli dato la mia disponibilità... Tutti i miei messaggi ogni mattina?
Ho perso solo tempo inutilmente, e ho avuto a che fare con una persona immatura che ha preferito frequentare una persona senza impegnarsi. Ti ringrazio e mi scuso ma avevo bisogno di sfogarmi.
A volte esistono uomini che non hanno niente nel cervello, non tutti, ma...
Anish
P.S dove ho sbagliato?

Cara Anish,
sinora hai avuto la fortuna di essere una donna, direi. E quindi, non hai vissuto quegli episodi tristissimi dell'adolescenza di un uomo in cui ti capita (non una sola, ma anche più volte) di riuscire finalmente, dopo molte insistenze, a ottenere l'elemosina di un bacio, o magari anche di un amplesso da una ragazza che in realtà di te non è per nulla convinta, ma che - guarda un po' - quella sera lì ha voglia di compagnia o sesso.
Se fossi stata un maschietto, avresti ricordato che non bisogna mai insistere più di quel tanto per ottenere l'attenzione di qualcuno. Meno che mai è opportuno insistere come hai fatto tu, dopo che lui ti dice chiaramente che non vuole continuare la vostra storia. E questo indipendentemente dal fatto che possiate aver vissuto un bel momento - o due, o tre - assieme.
Essere determinate un po' va bene, ma stargli addosso da agosto a gennaio è davvero eccessivo e, come vedi, controproducente.
Gli piaci, ma non abbastanza. Per questo, il 18 giugno, lui ha ceduto alle tue attenzioni, ma senza necessariamente che ciò significasse che lui voleva ricominciare una qualsivoglia storia - storia che peraltro mi pare stia invece partendo con l'altra.
E non credo neppure che la presenza dell'altra sia poi molto significativa: è solo che non è convinto di te, fine. Capita.
Il che non vuol dire, però, che lui nel cervello non abbia nulla. Anzi: gli piaci molto fisicamente e hai insistito parecchio. Chi non ne avrebbe "approfittato", alla fine?
Impara la lezione, e la prossima volta dosa meglio le tue attenzioni.
Otterrai molto di più.
Guy


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it