Molto sicura di sé

di Guy Pizzinelli 

Una ragazza difficile da gestire? Oppure è solo lui che...

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Ciao Guy,
la mia storia è particolarmente travagliata, ma con sentimenti forti e la convinzione di non poter trovare una persona che possa piacermi così tanto.
Vivo in un paesino dove mi conoscono tutti perchè facevo la PR in discoteca: sono una ragazza bella e appariscente, e lavoravo sfruttando la mia immagine (e anche illudendo un po' la gente).
Mi sono sempre posta con tutti in maniera forte e aggressiva, vantandomi dei miei successi, fino a quando ho incontrato Lui. Avevamo abitudini completamente diverse: io un profilo Facebook con 5000 contatti dove pubblicavo foto mie e delle serate; lui su FB neppure ci va.
Gli ho parlato in libertà delle mie storie, ponendomi come una persona abbastanza superficiale, furba e "infrangi-cuori"; con il tempo ho iniziato ad avere un sacco di problemi: la gente che parla male e va a mettere pulci nell'orecchio, la sua mancanza totale di fiducia, e i suoi complessi di inferiorità rispetto alla mia figura.
Lui ha un carattere molto particolare, è del Leone, geloso, orgoglioso e abituato a ragazze sicuramente più facili da gestire.
Lo amo da morire e non sarei mai capace di fargli del male, ma lui non si fida di me. Io poi odio litigare, e siccome ogni volta che lui mi chiedeva qualcosa lo faceva con tono  accusatorio, spesso m'inalberavo senza dare risposta, oppure omettendo e dando origine a litigi stupidi, peggiorando la situazione.
Lui, dopo aver insistito tanto in un litigio in cui mi chiedeva la password di Facebook per vedere i fatti miei, è riuscito a portarmi all'esasperazione e farmelo chiudere, restando comunque con il dubbio di cosa poteva esserci lì sopra.
Su questa cosa stiamo litigando da più di un mese: lui mi ama tantissimo, io pure; sa benissimo che non lo tradirei mai, e che forse adesso ho capito come prenderlo, però dice che ho distrutto il suo orgoglio di uomo, e che mi ha perdonato tanti di quegli affronti che se mi perdonasse anche questo diventerebbe un deficiente.
È molto combattuto e sta cercando di tutelarsi, ma i nostri litigi sono tutte scemate; io l'ho portato a casa e ho rinunciato subito al mondo della discoteca, e ho stravolto la mia vita per lui! Ho sbagliato a pormi male all'inizio facendo la vincente assoluta, ma anche lui s'incazza da solo per cose inesistenti.
Non si distrugge così una storia di nove mesi, soprattutto avendo avanti una ragazza che si è completamente annullata, e che con il tempo stava modificando tutti gli aspetti negativi del suo carattere!
Cosa dovrei fare? In un mese ci siamo visti due sole volte. Poche persone mi capiscono. Molte, superficialmente, mi dicono: "Non ti ama abbastanza".
Io so benissimo che non è così: è spaventato da quanto mi ama. Per il momento sono chiusa in casa, vado solo a lavoro: sento troppo il peso che ogni cosa che
potrei fare potrebbe essere determinante...
Cosa mi consigli?

Ciao,
il buonsenso vorrebbe che quegli uomini che non sono in grado di gestire una donna troppo appariscente, spigliata e sicura di sé, non ci si mettessero neppure insieme.
In qualche modo, fatico a comprenderlo, dato che sapeva in cosa si stava cacciando, e sì, la sensazione è che non ti ami davvero, mi spiace.
Tu sembri aver percorso una parabola di miglioramento del tuoi atteggiamenti e di crescita - e già questo è comunque un grosso passo in avanti, e un bel risultato che questa storia ha comportato nella tua vita.
Forse è un po' esagerato dire che ti sei annullata (se davvero è così, fino in fondo, hai sbagliato, comunque); forse sei semplicemnete maturata un po', rivedendo la lista delle prorità e delle cose importanti della tua vita.
Ma il fatto, qui, è che più che dare un consiglio a te, che improvvisamente sembri aver acquisito maggior raziocinio di lui (il quale invece si auto-avvita nella gelosia e nei sospetti), forse dovrei poterlo dare a lui: diventi uomo sul serio, invece di "lagnarsi" pensando alla figura da scemo che dice che gli avresti fatto fare, e decida se ha gli attributi per rapportarsi a una che fa girare molte teste e che, nel suo ambiente e nei suoi spazi di tempo libero, è una che è stata molto al centro dell'attenzione.
Nessuno lo obbliga a stare con te. Ma se tu, ora, sei davvero totalmente ed esclusivamente sua e hai abbandonato atteggiamenti che possano risultare infastidenti o fonte di gelosia o critica, se sei maturata e diventata meno starlette e più donna adulta, puoi tranquillamente riassumergli tutto questo e porlo davanti a una scelta. O cambia atteggiamento anche lui e si lascia malumori e dissapori dietro le spalle, come se ricominciaste da zero, oppure tu lo lasci e lui si pentirà di averti persa.
Ora, ci sono due modi per fare questo: il più veloce ed efficace è scriverglielo (meglio) o dirglielo in faccia e subito dopo lasciarlo, per vedere come si muove e se ci riflette su, arrivando a una decisione di maturità.
L'altro modo è fargli un bel discorso con quanto sopra e dirgli che da ora in poi è sotto osservazione e che la tua pazienza è arrivata al limite. Ma temo che, con uno così, sia un po' fiato sprecato.
Lasciarlo sbollire per un po', facendogli credere che ti ha persa sul serio, credo possa portare a un risultato più completo.
Pensi di farcela?
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it )


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it