Un po' di tempo
per fare il punto

di Guy Pizzinelli 

Lei ama lui, che si sta separando.
È giusto concedergli un po' di tempo per stabilizzarsi?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Foto: Corbis

Foto: Corbis

Ciao,
vorrei il tuo punto di vista. Sto frequentando da sei mesi un uomo che si sta separando.
Stanco dei vari tradimenti della moglie, con cui non ha più rapporti da tre anni, ha chiesto la separazione a novembre dell'anno scorso. Hanno due figli e molti interessi economici in comune per cui non riescono a trovare un accordo. Vivono ancora nella stessa casa, pur facendo vacanze e vite separate. A un certo punto lui ha incontrato me che lo emoziono fortemente, che lo rendo felice, che gli faccio credere che nella vita può esistere una seconda opportunità. Lui dice di volermi bene, trova tempo per noi, per vacanze insieme, giornate intere. Dice che sono speciale e il nostro rapporto si evolve, tutto il suo tempo libero lo passa con me: ridiamo, parliamo, ci confrontiamo e consigliamo, facciamo l'amore sempre, non riusciamo a stare lontano. Ogni tanto lui va in crisi perché discute con la moglie (che tra l'altro ha un compagno fisso), ma domenica scorsa succede che lui litiga furiosamente con lei, annulla il nostro appuntamento con un messaggio (non è un problema, ma almeno alza il telefono per dirmelo!) e sparisce.
Lascio passare qualche giorno e lo cerco. Mi risponde che ha bisogno di tranquillità e che FORSE stare lontano può essere d'aiuto.
Ora ho il sentore che questo "prendere tempo" sia un po' la classica soluzione che spinga l'altro a prendere la decisione di troncare.
Il tempo serve davvero? A parer mio le coppie affrontano le difficoltà insieme, perché se ti abitui a stare senza una persona per un po', finisce che ci puoi stare poi sempre, senza.
Io stimo quest'uomo e spero di non dovermi ricredere di colpo, di non aver di fronte l'ennesimo uomo che non riesce a guardarti negli occhi e dirti la verità.
Tu che ne pensi?

Carissima,
in generale ritengo che, uomini o donne, chiunque stia intraprendendo un percorso di separazione dopo un matrimonio, abbia una forte inclinazione a vivere storie di passaggio, che in qualche modo li traghettano dal vecchio rapporto a una vita nuova e rinnovata.
Ma, come tutti i traghetti, una volta giusti a destinazione, se ne sbarca, si ringrazia magari l'equipaggio, si conserva un buon ricordo della traversata, e poi ci si avvia verso nuove strade, nuovi percorsi.
Ci può stare, quindi, anche che lui ti stia usando, seppure inconsapevolmente, come figura d'appoggio temporaneo.
Nello specifico, lui ti chiede una pausa dopo un contrasto con la ex. Probabilmente ci sta tutto, tenuto conto anche che le dinamiche tra ex consorti o conviventi sono sempre faccende complesse, misteriose, spesso, e che di fatto non dovrebbero neppure riguardare chi sta giocando un ruolo di "amante" o nuova fidanzata.
Certo, se lei lo fa impazzire e lui consuma molte energie per difendersene, è anche comprensibile che non ne abbia poi tantissime da investire in voi due.
In ogni caso, tieniti lontana dal conflitto: è la loro guerra, non la tua. Siine spettatrice, ma da molto lontano e non chiederne molto: meglio non sapere troppo.
Vivere accanto a una persona che attraversa una separazione richiede pazienza, calma, comprensione e anche un po' di distacco: mai coinvolgersi sino in fondo, mai prendersela per ogni piccola tempesta che questa vive. Se uno non è in grado di gestirsi una separazione da solo, non sarà neppure in grado di gestire un rapporto con te, presumibilmente, da solo.
Non ti resta che dargli un po' di lenza e vedere come si comporta, senza per questo essere necessariamente sempre incollata al telefono, appena lui ti cerca.
Presenza, insomma, ma con cautela.
Buona fortuna,
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it )


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it