Sei stata pressante,
soffocante, insistente?

di Guy Pizzinelli 

Chiamarlo, inseguirlo, messaggiarlo. Ma siamo sicuri che poi lui non si stufa?
Guy fa il punto sull'essere appiccicosi

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo Corbis

Photo Corbis

Salve,
ti scrivo per un consiglio. Ecco la mia storia: ho conosciuto quest'uomo diversi mesi fa.
Come ci siamo visti, è stata subito attrazione sia da parte mia che sua; mi faceva tanti complimenti, mi ha sedotto e subito in effetti la storia sembrava andare molto bene.
Quest'estate siamo andati in vacanza insieme: anche lì, tutto bello, perfetto; lui mi diceva che voleva fidanzarsi con me e io ne ero ben felice.
Se non che, a settembre, ha cominciato a non farsi sentire più come prima: io gli mandavo messaggi, gli telefonavo, ma a volte non mi rispondeva.
Poi una volta mi telefona lui e si lamenta: mi dice che io sono troppo appiccicosa.
Forse era anche vero, non so, ma ciò che fa poi non ha senso: senza una spiegazione, stacca la scheda del cellulare e non si fa più sentire.
Allora, non accettando che mi avesse lasciato in quel modo, dopo 3 mesi riesco a trovare il modo per mandargli un altro messaggio.
Stavolta risponde, e la spiegazione che mi dà è di nuovo che io lo cercavo troppo, che aveva persino trovato minacciosi quei messaggi che gli avevo mandato, e che non sapeva cosa dirmi.
Comunque, ammette di avere sbagliato e inizia a telefonarmi anche 3 o 4 volte al giorno, come se non fosse mai successo nulla di strano.
Non solo: mi invita a casa sua, ma io non me la sento di andarci e gli dico di vederci fuori.
A quel punto, lui buca l'appuntamento: mi chiama dicendo che non può venire e sparisce di nuovo, staccando ancora il telefono.
Ci sono rimasta così male…
Mi domando dove ho sbagliato, cosa ho fatto di male per non avere una spiegazione…
E dato che a distanza di mesi ancora ci penso, volevo sapere cosa posso fare.
Grazie!

Ciao,
non sei la prima - e non credo sarai l'ultima - che ci scrive raccontandoci una storia così. Lo schema è sempre molto simile: iniziale entusiasmo di lui, tutto bene al principio, poi una retromarcia, una pausa, un ripensamento; lui che sparisce, nessuna spiegazione o quasi.
Qui, nel tuo caso, devi probabilmente startene della motivazione che ti ha dato, là dove tu sola puoi sapere, naturalmente, se davvero sei stata così pressante.
Anzi, no, scusa: non è che devi saperlo. Devi farti un esame di coscienza sereno e sincero e capirlo.
Spessissimo le donne troppo soffocanti non sanno di esserlo, ma questo non vuol dire che tu non possa analizzare come ti sei mossa e capirlo ugualmente da sola.
Altrimenti, la spiegazione vera che resta è solo una: non gli importa così tanto di te, o almeno un interesse iniziale pur forte non ha superato la prova del tempo, per quanto quello di solo qualche mese.
Non è detto, non sta scritto da nessuna parte che una storia o una relazione debba per forza avere vita lunga, anzi.
A volte si scoprono difetti o lati dell'altra persona che ci fanno passare la voglia di continuare; altre volte invece sopraggiungono sulla scena altre donne (o altri uomini) e, soprattutto se uno è single, si lascia distrarre da altre opportunità.
Bello o brutto che sia, è molto umano e nel caso, non ci resta che accettarlo.
Magari tu non hai sbagliato nulla, magari ha preso come un affronto che non sei andata a casa sua, o magari è solo andata così. Succede.
Con il tempo andrai oltre.
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it )


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it