Mai dato un bacio,
mai fatto altro

di Guy Pizzinelli 

Lei è giovanissima e innamorata di un'idea. Come affrontare la realtà?
I consigli di Guy per una sedicenne

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo Corbis

Photo Corbis

Ciao!
Io ho 16 anni e fino a ora non ho mai avuto un fidanzato, mai dato un bacio e mai fatto altro. In effetti non sono neanche mai uscita con qualcuno. Mi reputo (e mi reputano) una ragazza piuttosto carina.
Il mio problema? Le mie aspettative sono irraggiungibili: mi sono innamorata di un'ideale. Un bel ragazzo, molto alto (almeno sopra 1.85), dolce ma che sappia il fatto suo; intrigante, disponibile, con un gran carisma, misterioso ma anche alla mano, un tipo simpatico espansivo e con un pizzico di autoironia. Meglio se un militare!
Mi piace pensare di essere single per scelta ma temo che quando mi sarò stancata di cercare
quest'uomo (che deve essere più grande di me di almeno 3 anni), sembrerò talmente tanto esigente che nessuno mi vorrà!
Non so se lasciarmi andare con qualcuno che mi piace, rischiando di rovinarmi le prime volte
(appuntamenti, parole dolci, vacanze, sorprese, e bacio), oppure se rimanere fedele a me stessa.
Sono una ragazza vecchio stampo - ma molto vecchio - passo la maggior parte del mio tempo a studiare e nel tempo libero adoro andare in biblioteca a leggere; ho una grande considerazione dell'amore e forse lo sopravvaluto, considerandolo come quello delle favole.
Non so cosa fare: se aspettare i beati 17 dell'eroina di uno dei romanzi che ho letto,
credere nell'amore ed essere di un solo uomo tutta la vita, o cercare, provare e scegliere dopo innumerevoli tentativi.
Non ho la più pallida idea di come muovermi, cosa fare, cosa dire, come vestirmi e comportarmi e ho paura di star male! E se mi piacesse un ragazzo non so come fare per farmi notare!
Spero che tu possa capirci qualcosa.
Grazie.

Carissima,
la tua lettera mi è piaciuta molto. Generalmente quelle delle tue coetanee sono difficili da trattare perché sempre molto confuse, scritte in fretta e poco dettagliate per poter rispondere con un po' di senso. Tu invece sembri avere le idee chiare almeno su cosa sogni, il che non fa mai male.
Non c'è nulla di male nell'essere un po' "vecchio stampo" o più topo di biblioteca che panterona.
Posso darti qualche spunto, se vuoi: non idealizzare troppo il tuo ideale. Sogna ma non escludere nessun uomo a priori. Conoscine più che puoi, ma segui il tuo istinto. Se esso ti dice che uno non è adatto a te, difficilmente lo sarà.
Allo stesso tempo, dai modo alle persone di farsi notare e di aprirsi a te: concedi sempre più di un appuntamento, finché il tuo istinto non ti dirà che lui ha fatto o detto qualcosa di decisamente stonato.
Inizia le tue relazioni con cuore, sensi e intuito; troncale sempre con la ragione soltanto.
Più dei lati di un carattere che sogni in astratto, concentrati su sguardi, gesti e odori.
Cedi alle tentazioni del corpo, se le sentirai urgenti, senza temere. Non c'è un'età giusta per dare il primo bacio, né per fare l'amore per la prima volta.
Quando sentirai la voglia vera e forte, lasciati andare; ma qualunque cosa farai, usa il preservativo. Senza di esso, non fare nulla, mai.
Vestiti e atteggiati come ti viene, senza preoccuparti. Chi ti sceglie deve accettarti per come sei e come appari.
Fai capire a chi ti piace che lo desideri, ma non gettarti mai allo sbaraglio: evita i "belli e dannati"
Ora, le note meno piacevoli...
L'amore delle favole non esiste, così come non esiste l'uomo perfetto.
Esistono piccoli e grandi amori, amori quasi perfetti e amori dannati e distruttivi - evita questi ultimi come la peste; quelli belli e veri, vanno bene e funzionano quasi da soli, come una biglia in discesa. Quelli finti, danno più stress che gioia.
Nel dubbio, se le cose non vanno come vorresti, ascolta la testa, mai il cuore da solo.
Ricorda che le decisioni sono spesso facili da prendere, soprattutto con la testa: è convivere con le conseguenze delle scelte che si fanno che è tremendamente difficile.
Non raccontartela mai, non umiliarti mai con nessuno, e soprattutto non mentire mai a te stessa.
Non basta un uomo o una storia per capire chi vuoi e cosa vuoi dalla vita e dall'amore, ma cerca di rispettare e di essere onesta con chi ti concede se stesso in esclusiva.
E ricorda che molto, molto spesso, si sta infinitamente meglio da soli che con qualcuno giusto per poter dire che si ha un ragazzo. O un marito.
Auguri,
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it )


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it