Sicura che lui sia
davvero assente?

di Guy Pizzinelli 

È lui che la sta mettendo un po' in disparte, oppure è lei
che ha un po' troppe pretese? Guy risponde a Vale

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo Corbis

Photo Corbis

Ciao,
sono Vale e avrei bisogno di un tuo parere.
Ho ventuno anni e il mio ragazzo ne ha ventisette: si sta laureando e sta scrivendo la tesi come un matto; ormai è agli sgoccioli.
La questione è molto semplice: stiamo insieme da sei mesi, ma purtroppo ne abbiamo vissuti solo quattro a contatto, perché siamo di città diverse e lontane.
Adesso siamo di nuovo insieme nella stessa città, e dovrei essere più felice che mai,
ma purtroppo, a causa del suo studio e di mille altri problemi, non riusciamo a stare spesso insieme come accadeva all'inizio della nostra relazione.
Questo mi uccide, perché anche se so che studia e vorrebbe stare con me, mi sento ugualmente messa in disparte e sono terrorizzata dall'idea che questo possa compromettere la nostra storia.
Divento spesso nervosa, triste e magari lo faccio sentire in colpa senza volere, ma lui invece di capirmi, si sente messo in discussione, la prende male e dice che sono io che non capisco.
Il punto è che quelle poche volte che stiamo insieme, a causa del suo carattere freddo,
non mi sento neanche speciale ai suoi occhi e la serata si trasforma in una semplice cena, davanti alla televisione, facendoci venire i nervi a vicenda perché lui è stanco e non ha voglia di parlare di noi, del nostro rapporto e di rispondere alle mille domande che pongo (perché appunto sono parecchio insicura per tutto).
Non so che fare. Siamo tanto innamorati, ma la mia pazienza si sta sgretolando, ho bisogno di lui, ma molte volte a causa dello studio e della stanchezza, non mi dà quello di cui ho bisogno.
Questo lo sa, ne ho parlato apertamente, ma lui mi dice solo di stare tranquilla, che avremo tempo per noi e che al momento mi può dare solo questo.
Come posso fare per non finire nella tristezza più sconfinata e accettare in tranquillità
ciò che mi dice?
Grazie per aver letto.
Vale

Cara Vale,
fammi capire, tu continui a stressarlo con mille domande e la TUA pazienza si sta sgretolando? Fatico un po' a capirti.
State insieme, vicini, cenate insieme, guardate la TV… non mi sembra che non vi vediate mai.
Più si cresce e meno è il tempo che la vita concede a momenti piacevoli o liberi per fare e stare con chi vogliamo.
Se lui non ti dà ciò che vuoi e di cui hai bisogno, forse non è per via del tempo a disposizione, è per via della vostra interazione a livello personale, caratteriale eccetera.
Potresti cominciare a fargli meno pressioni e farti più domande:
- sei certa di non avere pretese eccessive per via di tue insicurezze di base?
- definiresti di buona qualità il poco tempo che passate insieme senza discutere?
- per quale motivo ti senti messa in disparte? Sicura che sia solo per via del poco tempo che dici che ti dedica?
- senti che ti ama, di suo, nonostante tu voglia di più, oppure ti sembra che non tenga poi molto a te?
- sicura che non hai solo bisogno di una persona magari più calda e affettuosa?
Solo facendo domande a te stessa, più che a lui, a questo punto, avrai chiaro se questo rapporto è davvero ciò di cui hai bisogno.
Quando avrai stabilito questo, potrai rifare il punto con lui. E se lui ti ignorerà o non ti darà soddisfazione, allora magari sarà il momento di lasciar perdere.
Spero di esserti stato utile. : )
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it )


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it