Quando lei è
un po' troppo illusa

di Guy Pizzinelli 

Lei insegue un ragazzo che ha in mente un'altra.
Eppure è convinta che ci siano margini. Per cosa?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo Corbis

Photo Corbis

Salve,
scrivo perché ho bisogno davvero di un consiglio saggio.
Ho 25 anni e da luglio frequento un ragazzo di 29, con il quale è subito scoccata una forte intesa, totalizzante da tutti i punti di vista. Già dieci anni fa abbiamo avuto un flirt da adolescenti: lui era parecchio preso da me, anzi, è sempre stato innamorato di me.
Negli ultimi otto anni ci siamo completamente persi di vista, anni nei quali lui ha avuto una relazione. La sua unica relazione, con la sua unica donna.
Lei è molto più giovane di lui, e all'epoca in cui si sono conosciuti questo pesava parecchio (lei 13 lui 20), e lui - per sua stessa ammissione - non è mai stato attratto, non c'è mai stata quella passione che c'è con me, e soprattutto non c'è intesa sessuale, cosa che invece con me funziona alla perfezione.
Ma tra noi non è solo sesso, anzi. Quella che abbiamo in camera da letto è solo un aspetto di una grande intesa tra noi, che pervade ogni campo. Insomma, io mi sono convinta che tra loro non ci sia mai stato vero amore, solo un grande affetto più simile all'amicizia.
Per di più, lei l'ha sempre tradito: lui ha avuto infatuazioni più che altro platoniche.
Comunque, si sono lasciati definitivamente a giugno e ha reincontrato me. Però non riesce a lasciarsi andare: dice che non riesce a immaginare un futuro con me.
Anche se sa che potremmo avere un rapporto mille volte più bello di quello con la sua ex, lui continua a vedersi accanto a lei nel futuro, ma non sa se è solo un attaccamento a un'idea che si era costruito, o se invece c'è davvero ben altro che li lega.
Dice di essere innamorato di me, che io rappresento tutto ciò che ha sempre voluto (a differenza della sua ex). E quindi? Devo lottare per fargli superare le sue paure? Devo lasciarlo a se stesso? So che dovrei lasciarlo libero, che non posso convincerlo a stare con me (anche se so per certo che lo vuole!), ma ho paura che si accontenti della sua ex (lui è uno molto pigro) e si adagi.
Che devo fare? Grazie di cuore,
Rossella

Scusa Rossella,
ma tu sembri dare per scontate un po' troppe cose di lui, a partire da quanto ti vuole, da quanto è innamorato di te e da quanto e cosa rappresenti per lui.
Magari vedi giusto, ma magari invece no. Perché altrimenti lui continua a vedersi con l'altra, che "gli piace anche meno a letto", mentre con te vacilla così tanto?
Secondo me la domanda chiave è proprio questa.
Poi, sì, d'accordo, possiamo stare qui a raccontarci che ormai si sono lasciati, che lei non gli è mai stata fedele, che chissà lei quanto è distante da lui ora, ma l'attenzione andrebbe riportata su quanto lui è ancora preso da lei.
E a leggerla così, lui in te vede il fascino, la bellezza e l'attrazione irresistibile, ma di certo non tutte le sicurezze (o chissà che altro) che la tua rivale, apparentemente, gli dava.
Quindi è forse questo il punto: capire se anche tu puoi fare in modo di farlo sentire così al sicuro nei modi e negli ambiti (chissà, magari anche attraverso il letto) in cui l'altra vi riesce.
Prima di rinunciare, perciò, potresti voler esplorare questa strada e vedere se riesci a entrare in competizione con lei su questo piano che appare strettamente psicologico.
Se davvero tieni a lui e ritieni ne valga la fatica, ovvio.
Anche se io sono dubbioso sul risultato, e credo che tu ti sia convinta di un po' troppe illusioni su voi due.
Auguri,
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it )


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it