La minaccia della pazza

di Guy Pizzinelli 

Una coppia che potrebbe essere felice. Una pazza che non vuole lasciare andare lui. Come uscirne?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo Corbis

Photo Corbis

Ciao Guy,
ti scrivo per un parere: lo scorso Aprile ho conosciuto un uomo che mi sembra finalmente racchiudere le qualità e l'affettività che cerco da una vita (io 41 anni, lui 42); ci siamo innamorati e abbiamo iniziato a fare progetti per la nostra vita futura, inclusa una convivenza e anche un bambino (ovviamente se è destino che ci sia).
Io sono separata da 2 anni e vivo da sola, lui era separato in casa con la moglie e in attesa di essere chiamato dal tribunale per la firma, e che la sua casa fosse pronta per trasferirvisi da solo.
A Giugno scoppia la bomba: la sua (ex) moglie gli annuncia di essere incinta di 4 mesi (l'ultimo rapporto era stato a inizio Marzo ed era parte dei patetici tentativi di lei di tenersi il marito a tutti i costi, gli dice che prende la pillola e non era vero...), lei ha ammesso di averlo incastrato e anche di avergli tenuto nascosto la gravidanza di proposito; poi inizia i ricatti del tipo "il bambino non lo vedrai mai se non rimani con me, ti odierà per sempre" etc., minacce di suicidio e ogni altro tipo di ricatto.
Ciononostante, lui ha avuto il coraggio di trasferirsi ugualmente nell'altra casa, ma lei ha continuato ad usare ogni scusa possibile per costringerlo a passare del tempo con lei; ora che il bambino è nato è ancora peggio perché lei intanto gli chiede in continuazione di andare da lei per aiutarla, e lo fa sentire in colpa al punto che lui è sempre impegnato, o sempre nervoso e preoccupato per questo.
Le sue intenzioni però sono chiare e lei lo sa benissimo: lui vuole esserci come padre per il bimbo, che adora, ma non più come marito per lei; la gravidanza non ha funzionato come lei sperava.
Io cerco di stargli vicino e di aspettare con quanta più pazienza possibile, ma soffro nel vederlo stare male e sentirsi in colpa.
Sono certa che le cose si possono assolutamente sistemare, come con tante famiglie allargate, il bimbo potrà stare con noi nei weekend e avere un bellissimo rapporto con suo padre, che lo ama, sempre che lei non ci si metta di mezzo e lo metta contro di lui.
Come posso fare per farlo stare più sereno, per farlo essere più ottimista riguardo al futuro, nostro, e suo di padre?
Perché lei non lascia perdere e si rifà una vita? Come si può volere un uomo che non ti ama più? Grazie,
Valeria

Valeria,
partirò dal fondo: lei è pazza.
Una donna che decide di mettere al mondo un bambino in quel modo, unilateralmente, mentendo sulla pillola e per cercare di tenersi il marito, è pazza. Period.
Ora, con i pazzi non si ragiona, non si entra in conflitto, anzi: se ne sta ben alla larga.
Che è ciò che ti consiglio vivamente di fare.
Per quanto sembri una scelta egoista, lascia che lui si sbrighi e si gestisca la situazione con l'ex moglie e il figlio, senza fartene carico tu per lui, ma soltanto standogli vicino.
E soprattutto, aggiungerei, senza metterti di mezzo; per quanto - mi rendo conto - non sia facile.
Come dico sempre: è la sua guerra, non la tua.
Lui mi pare se la cavi già abbastanza bene: non ha ceduto troppo ai ricatti di lei e si è comportato - sembra - da persona matura e responsabile, anche verso un figlio che in fondo non ha voluto o pianificato. Quindi, chapeau.
Per il resto, se lui conferma le sue intenzioni di voler stare con te per il futuro, tu devi solo continuare a stargli accanto, ricoprendo il ruolo naturale di prossima compagna che questa relazione sembra averti posto davanti, ma direi anche con un occhio ben lucido e con un realismo un po' più marcato di come ti descrivi: non dimenticare infatti che i progetti sono sacrosanti per il futuro di una coppia, ma è anche vero che non vi conoscete né state insieme da moltissimo e, per il tipo di progettualità che descrivi, penso possa essere ancora un pochino presto per avere idee davvero chiare.
Ma fidati quando ti dico che pagherà di più la strategia di stargli accanto, ma senza intrometterti direttamente nella sua "guerra", a meno che lui non ti chieda specifico aiuto e supporto.
Sii ottimista.
Auguri,
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it )


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it