Una storia che neppure esiste

di Guy Pizzinelli 

Lui e lei hanno avuto una storia per finta. E allora di cosa stiamo parlando?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo Corbis

Photo Corbis

Salve,
tre anni fa ho conosciuto quello che fino a poco tempo fa consideravo l'uomo della mia vita. Tre anni di alti e bassi: la nostra era una storia a distanza: non l'ho mai visto e mai sentito.
Tutti questi anni a scriverci solo per email o su messenger. La mia voglia di vederlo, di toccarlo, sentirlo davvero vicino, è sempre stata frenata dallo schermo di un PC, e dalla sua non-voglia di vedermi.

Era uscito da una brutta storia a distanza quando l'ho conosciuto.
Io l'ho sempre rispettato su questo, alla fine ognuno ha i suoi tempi: non l'ho mai, mai messo alle strette.
Il punto èche ogni volta che sbagliavo, magari parlando senza pensare o dimenticando
alcune sue cose importantissime, mi ha sempre infamata, umiliandomi fino allo sfinimento. Ci siamo amati, presi e lasciati un sacco di volte.
Tra alti e bassi, io l'ho amato davvero. Mi sono donata a lui con tutta me stessa. Ho accettato i suoi sbalzi d'umore, la sua freddezza, le sue scenate, i suoi capricci, i suoi tradimenti. Avrei perdonato qualsiasi cosa.
A luglio, lui ebbe un tamponamento mentre litigavamo via email. Una mezza tragedia, e ci allontanammo.
Ci siamo riavvicinati poi. Mi disse che era stata solo colpa mia, se c'eravamo "lasciati",  che se fosse stato per lui, staremmo ancora insieme.
Tutto sembrava andare di nuovo bene tra di noi, quando la scorsa domenica litigammo pesantemente. E da lì, tutto quanto è andato in frantumi.
Da quel giorno, non fa altro che infamarmi, insultarmi, mi dice che gli faccio schifo, che lo faccio vomitare ma che nonostante tutto gli viene da confidarsi con me.
Gli ho detto più e più volte di cancellarmi dai contatti, ma lui continua a scrivermi sempre infamandomi.
Io son stanca. Non ce la faccio più.
Non capisco cosa vuole da me! Se gli faccio schifo, perché continua a sentirmi?
Perché si comporta in questo modo?
Io non l'ho mai insultato, ma lui continua a maltrattarmi e insultarmi verbalmente.
Cosa ne pensi? Perché fa così?
Grazie.
A.

Cara A.,
la mia risposta sarà una non-risposta, stavolta.
Il punto è che lettere così non dovreste proprio scrivermene.
La tua, infatti, è una  non-storia, una fantasia, una perdita di tempo, persino: un insulto alla tua e alla mia intelligenza.
Mi rifiuto di pensare che una donna possa dire di essersi donata "con tutta se stessa" a qualcuno che non ha mai neppure visto di persona, baciato, toccato, portato a letto.
Quella che mi racconti non è una storia d'amore, è una finzione a due, fatta di proiezioni e atteggiamenti non sani - direi forse anche un po' borderline patologici - e in cui nessun adulto cosciente e sano dovrebbe indugiare per più di qualche minuto in chat, ogni tanto.
Non posso perciò risponderti su scenate inesistenti, su drammi inventati e inutili, su questo vostro perdere tempo a distanza, mentre la vita vi passa accanto - e, mentre, per quanto ne sai, lui se ne porta a letto altre venti nella vita vera.
Se davvero hai preso tutto questo flirt virtuale così sul serio, non è a me che devi scrivere, ma a uno psicologo con cui iniziare un percorso teso a scoprire come mai hai avuto bisogno di infilarti in una non-storia del genere, proiettando emozioni e presunti sentimenti su un uomo che neppure conosci.
Io posso solo dire, a te e alle altre donne che vogliono per di più farsi trattare male anche  a distanza da quelli che evidentemente sono dei pazzi frustrati: andate là fuori e fatevi una vita e degli affetti veri. Con uomini veri e sani.
Poi, casomai, potete anche scrivermene.
Guy

(Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it )


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it