Il diritto di tradire?

di Guy Pizzinelli 

Lei tradisce l'amante, in attesa che questi si separi. Lui, però,
non la prende benissimo. La risposta di Guy a Francesca

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo Corbis

Photo Corbis

Caro Guy,
leggo sempre la tua rubrica e trovo che tu sia fantastico nelle risposte!
Ora ti riassumo la situazione: sono veramente innamorata, ricambiata, di un uomo che non era libero quando ci siamo incontrati, ma che ora sta lasciando la moglie (e i figli); tra due settimane se ne andrà di casa... e quello che dovrebbe essere il momento di più grande gioia per me, dopo 9 mesi passati ad aspettarlo, a credergli, a soffrire di gelosia, passando weekend e serate da sola come l'"amante da manuale" è invece un incubo perché io durante quei mesi, presa dallo sconforto e dalla sensazione che lui non si sarebbe mai separato, l'ho tradito. Ho accettato che un altro (di cui non mi importa nulla) mi corteggiasse per mesi, per poi andarci un paio di volte, ovviamente per rabbia, per vendetta, e perché cercavo conferme di poter essere "la più importante" per qualcuno. Poi mi sono resa conto che era perfettamente inutile e ho chiuso.
Non contenta, ho anche raccontato tutto a lui, perché avevamo un patto di sincerità;  ovviamente lui si è sentito tradito, ingannato, perché in quel periodo parlavamo di amore, di progetti di vita insieme e lui stava rivoluzionando tutto per me. Mi ha detto che se soffrivo troppo avrei dovuto lasciarlo, ma io non ce la facevo.
La situazione adesso è che lui si separa comunque perché con la moglie era già finita, ma non sa più se ci può essere un futuro per noi visto che si sente tradito e ingannato. L'attenuante del dolore di tutti quei mesi non conta abbastanza per lui, forse ho sbagliato tutto: avrei dovuto avere più fiducia nei nostri sentimenti.
Secondo te, c'è ancora un modo per recuperare? Lui dice che mai avrebbe pensato di poter continuare a parlare con una persona che l'ha tradito, ma dice che non riesce a staccarsi da me. Come devo fare per riconquistare la sua fiducia?
Grazie Guy, sei un grande.
Francesca

Cara Francesca,
grazie per i complimenti! : )
Allora: non mi pare si possa verosimilmente fare un dramma di questo tuo "tradimento". Intanto esiste una regola non scritta, per i ruoli di amante, per cui se lui sta ancora in casa con lei, allora l'amante (cioè tu) ha tutto il diritto di farsi la sua sanissima avventura in giro, di quando in quando. Questo perché, con tutte le buona fede del mondo, in fondo che ne sa un amante se lui (o lei) magari una sera cedono e fanno l'amore con il coniuge, nonostante tutto? Se invece quello sposato ha ancora una vista sessuale regolare con il coniuge, scusa, ma il problema non si pone: fai sesso tu? Bene, lo faccio anche io!
L'amante ha il "compito" di aspettare che l'uomo (o donna) sposato si separi, se vuoi, ma non certo di essere totalmente fedele a chi vive ancora con un'altra persona, quindi.
(questa l'ho scritta davvero bene: sembro un avvocato che ha scovato una sentenza della Cassazione...)
Il grosso errore, semmai, è stato dirglielo.
Mai ammettere o confessare una qualsivoglia forma di tradimento. Credi forse che se lui una sera avesse fatto sesso con la moglie, per qualunque motivo, poi sarebbe venuto a raccontartelo? Io scommetterei soldi veri che non.
In fondo per te era solo sesso, un modo per scaricare le frustrazioni, distrarsi, ottenere un appagamento dell'ego. E quindi anche lui non può stare ora lì, a farla tanto lunga.
Se ti lascia per questo, vuol dire che non ti ama davvero, e vuol dire che non è davvero riconoscente per averlo aspettato nove mesi (per quanto, c'è chi aspetta ben di più, anche).
Per cui, prendi atto della stupidaggine fatta a non tenerti la cosa per te, ma d'altro canto chiariscigli che, se ci tiene a te, farà meglio a passare sopra a quello che alla fine è un diversivo passeggero. E in fretta, anche.
Guy

Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it