Ma tu, da me, esattamente cosa vuoi?

di Guy Pizzinelli 

Lui vuole un'amante. Lei cosa vuole non lo sa. Almeno non ancora. E adesso?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Photo Corbis

Photo Corbis

Caro Guy,
ho diciannove anni e non ho mai avuto una storia.
Ho dato il mio primo bacio a diciassette anni e mezzo, e non ho mai fatto altro.
Il mio problema? Ho conosciuto un ragazzo, e come potrai bene immaginare è quello che tra tanti mi ha colpito: il classico sfacciato, incredibilmente sexy, stronzo, ma anche gentile e dolce (con me). Ha degli obiettivi ed è un vincitore nato: ottiene sempre ciò che vuole.
Sono circa due mesi che ci frequentiamo "tra alti e bassi". Entrambi abbiamo degli impegni, ma siamo sempre riusciti a trovare del tempo l'una per l'altro. Stiamo bene insieme. Si può dire che stiamo in armonia. Sembrerebbe tutto a posto, ma non è proprio così.
L'altro giorno decidiamo di affrontare "IL" discorso. Come disse lui "per non fraintenderci, per capire cosa vogliamo".
E cosa vogliamo?
Lui non vuole la classica storia seria, quella da "fidanzamento". Non vuole sentirsi dire
che non può andare in discoteca con gli amici. Non vuole una storia "morbosa".
Ma ha anche detto di avere delle necessità fisiologiche.
Ed è qui che mi sorge un dubbio: vuole una "scopamica"? Mi ha detto solo che nella scopamicizia manca il rispetto, che per lui è fondamentale.
Dice che sono l'unica ragazza con cui si sente e l'unica con cui eventualmente…
Ma non vuole forzarmi.

Cosa voglio io?
Beh non cerco nemmeno io una relazione morbosa. E anche io ho bisogno dei miei spazi e tempi. Però non so proprio come affrontare la faccenda. In fondo ho le mie paure.
Ma soprattutto, non gli ho ancora detto che sono vergine.
Qui l'unica persona che potrebbe darmi un consiglio e un'opinione oggettiva, sei tu.
Aiutami a vederci chiaro.

Ti ringrazio anticipatamente,
17

Cara 17,
beh, direi che, a volerla vedere in modo un po' tradizionale, la tua età e la tua condizione di esperienza non depongono molto a favore di un rapporto da intendersi così disinvolto e libero come una "scopamicizia". A parte che sai cosa ne penso, forse sarebbe il caso per te di provare ad avere invece una relazione che un minimo si basi sul sentimento, su una progettualità di condivisione di momenti, uscite, esperienze - anche se non ti sto dicendo che dovresti pensare a legami indissolubili, o a convivenze - e insomma, perché no, anche una bella storia d'amore.
Questo ragazzo, invece, proprio perché lo descrivi come lo descrivi, sembra uno che ha solo voglia di divertirsi, senza sentirsi legato a nessuna. E divertirsi senza troppi stress, anche. Scommetterei che appena gli dici che sei vergine, questo si faccia di nebbia, come si dice.
Per me quell'"andare in discoteca con gli amici" = mettermi poi a fare lo scemo in pista con la prima che mi piace. Il che, a 19 anni va benissimo, eh, mica dico che uno si debba impegnare se non vuole. Solo dico: se vuoi una "scopamica", scegline una bella disinvolta, e non una che ha avuto poche esperienze come te, e che evidentemente non vuole darsi via senza un rapporto vero - se ho capito bene.
Non so, se tu credi che una relazione con un ragazzo debba avere un senso compiuto, e non debba essere soltanto una serie di amplessi fatti tantoper, allora credo che il consiglio migliore che possa darti sia guardare altrove.
Senza contare che in troppe vi fate male, a correre dietro a quelli troppo fighi, troppo sfacciati, troppo vincenti.
Bisogna essere molto fighe, molto sicure di sè e molto manipolatrici per spuntarla con quelli, dai retta.
Baci,
Guy

Vuoi un consiglio, un confronto diverso sulla situazione sentimentale che stai vivendo? Chiedi un parere a lui! lapostadelcuore@style.it


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it