Colti in flagrante

di Guy Pizzinelli 

Una coppia di amanti colta sul fatto, una donna che non riesce a dimenticare lui.

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Caro Guy
leggo sempre con passione le lettere che ti indirizzano, nella speranza forse di trovare qualche suggerimento anche per la mia storia, e la mia vita.

Sono sposata da 20 anni, con figli e un matrimonio normale. Mi sono innamorata di un uomo più grande di me, sposato e con figli. Fino a che la moglie non ha scoperto - tra sms, e-mail e appostamenti vari - la nostra tresca, tutto è filato liscio. Da quel momento sono però iniziati i guai, perché lui - che adora i figli seppure siano ormai grandi e autonomi - ha cominciato un doloroso e lento riavvicinamento a lei, negando tutto, convincendola che non c'era nessuna storia.
Ha inoltre chiesto un trasferimento lavorativo, così da allontanarsi da me, e dare a lei la prova di un suo riavvicinamento non solo fisico, ma anche sentimentale.
Tutto questo io l'ho vissuto come un grave lutto, e naturalmente ciò ha comportato un allontanamento tra noi. Sono stata chiara e, mostrando tutto il mio disappunto, gli ho fatto capire mio malgrado che la soluzione migliore era quella di lasciarci, per non vivere nell'assurda paura che lei ci scopra ancora.
Ma come posso fare per distaccarmi da lui che comunque amo? Lo so che razionalmente ho preso la decisione più giusta, non c'è speranza per noi, ma il cuore? Come sopportare questo dolore? Rispondimi ti prego!
Michy

Cara Michy,
reggiti, sarò spietato. Sei pronta? Ok...
Ma il cuore?, mi chiedi. Ma che cuore… Qui ora è solo il cervello che deve parlare e comandare.
Lui ha scelto. Non venirmi - e non venga neppure lui - a raccontare la favoletta dei figli che poverini quanto soffrirebbero. Lui ha scelto lei. Ha persino scelto di tornare fisicamente vicino a lei. Ha fatto il furbino, ha rischiato, è stato beccato e quindi ha deciso che non poteva e non voleva perdere la moglie.
Giustamente, direi. Perché anche tu sei sposata, e probabilmente non gli hai dato motivo di credere - dato che non me lo specifichi neppure nella lettera - che avresti rinunciato al tuo matrimonio e ai tuoi figli, per iniziare una nuova vita per lui. Di certo non sembra avertelo chiesto lui, o se lo ha fatto, mi pare che non ne sia venuto fuori molto.
Diciamo allora le cose come stanno: sapevate tutti e due il gioco in cui vi eravate messi, sapevate che poteva avere una durata clandestina probabilmente limitata - prima o poi si viene infatti scoperti, oppure ci si stanca di mentire e inventare sotterfugi. E diciamola tutta: siete stati anche un po' sprovveduti, perché un conto è se la moglie è così sgamata da intuire o subodorare qualcosa e si mette a seguirlo o vi fa seguire, un altro è se siete così polli da farvi beccare gli sms e le mail in cui vi scambiate effusioni e dichiarazioni amorose.
Bene, la festa è finita, direi. Ora - a parte la ramanzina d'ufficio - tu dici di avere un matrimonio normale, dei figli…
Beh, vedi un po' se magari, tornando a concentrarti sul rapporto che hai a casa e su ciò che tuo marito eventualmente può ancora darti, riesci a superare questo distacco e questa fine - che nessuno vuole peraltro sminuire nella sua intrinseca tristezza.
Se non ci riesci, magari concentrati allora su una bella istanza di separazione e tutto ciò che ne consegue.
Sono certo che il dolore che provi svanirà molto in fretta.
Buona fortuna,
Guy

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio