Le sensazioni di lui, i dubbi di lei

di Guy Pizzinelli 

Lei è libera, lui sposato. Sono amanti, ma potranno mai essere mai qualcosa di più?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Caro Guy,
la mia vicenda inizia diversi anni fa, quando inizio un nuovo lavoro…
Là c'era questo collega con cui da subito c'è stata una forte attrazione e un dialogo davvero stupendo; lo sapevamo tutti e due di essere attratti, ma lui era ed è tutt'ora sposato.
Nessuno dei due aveva il coraggio di andare oltre un semplice flirt.
Poi accade che vengo trasferita per 6 mesi altrove, durante i quali l'ho pensato sempre e anche lui ha pensato a me, ma nessuno faceva nessun passo concreto, data la situazione. Dopo questo lungo intermezzo, ci siamo ritrovati: eravamo felici ma altrettanto timorosi della rinnovata vicinanza quotidiana; ogni giorno sempre con le chiacchierate, gli sguardi ecc.
La nostra attrazione è aumentata fino a cedere alla tentazione: abbiamo fatto l'amore, pensando che fosse solo un capriccio da assecondare per farla finita. Ma non è andata così, ci siamo sempre più desiderati e sempre più avevamo bisogno (non solo per fare l'amore) l'uno dell'altro.
Lui è sposato ma quando lo conobbi non aveva ancora figli. Con la moglie dice che non vanno male le cose, nel senso che non stanno sempre a litigare… con me dice che ha provato sensazioni ed emozioni mai provate, e io non so perché ma gli credo. Dice che vorrebbe stare con me sempre, vivere la vita con me, svegliarsi con me, mangiare con me, ecc. Ora mi hanno ritrasferita, e non ci rivedremo tutti i giorni come prima: a me questa cosa fa stare male, e anche a lui, io non ho mai preteso nulla da lui (del tipo lasciare la moglie per me) anche se in cuor mio lo vorrei. E lui nemmeno ha mai parlato di farlo, però continua a dire che il pensiero di non rivedermi gli fa sentire un pugno allo stomaco e un nodo in gola.
La mia domanda è: quest'uomo mi ama davvero? E se mi ama, riuscirà mai a lasciare la moglie per me? Io penso che sarebbe fantastica una vita con lui, ma ho paura di metterlo di fronte ad una scelta, non voglio che soffra, forse è meglio lasciare le cose così. Oppure vale la pena combattere per la propria felicità?
Antonella

Cara Antonella,
è ben difficile dare una risposta alla tua domanda. Forse lui ti ama, forse sei solo un completamento della sua vita, della sua emotività, forse sei un surrogato di quello che lui vorrebbe da un rapporto coniugale; forse sei una valvola di sfogo.
Al netto del fatto che qualunque uomo (o donna, per quello) che sia infelice o anche solo annoiato o stanco del matrimonio che ha si sbilancia sempre molto a dire quanto stia bene e sia felice quando passa del tempo con l'amante, non c'è neppure un senso, credo, nel valutare il suo amore o non amore in base alla disponibilità a lasciare la moglie (sempre che quest'uomo poi se la senta di vedere i figli più raramente, come gli hai fatto intendere potrebbe accadere).
In genere quella dei figli è una gran scusa, poi. Molto comoda, sì, ma una scusa.
Non è che se ti separi non vedi più i tuoi figli e, a meno che tua moglie non sia una stronza psicopatica, dopo un po' tutti quanti normalmente superano il trauma della fine di un matrimonio.
Certo però non puoi chiederglielo: dovrebbe essere lui a prendere questa decisione, una volta che abbiate magari stabilito che c'è (o può esservi) una progettualità tra voi due.
A quanto pare però, le cose con la moglie appunto non vanno malissimo. Quindi forse si tratta solo di stanchezza di un rapporto, oppure di minore attrazione o desiderio tra i due a letto… insomma pare non essercene abbastanza per sperare in una separazione tra i due, e quindi il tuo ruolo sembra essere destinato a rimanere quello dell'amante tout-court.
Quanto alle sue dichiarazioni su sentimenti e sensazioni verso di te, nulla da togliere magari alla sua sincerità in quel caso, ma di dichiarazioni del genere sono piene tutte le storie tra amanti, che poi si risolvono in un addio, spesso.
Solo tu puoi sapere se sono sincere oppure no, ma di certo illudersi che possiate avere un futuro insieme per ora direi che possa essere pericoloso e portarti solo a star male.
Buona fortuna,
Guy

DA STYLE.IT

  • Sex

    Addio all’uomo violento

    Sono amanti affiatati e soddisfatti, finché un giorno lui cambia atteggiamento…

  • Sex

    Generazione she

    Sexy e acuta, disinvolta e pungente. È la misteriosa «She», raffigurata senza volto e quasi sempre di spalle, l'interprete del pensiero femminile contemporaneo, un personaggio virtuale nel quale si rispecchiano tante donne reali.

  • Sex

    La prima mossa

    Un collega la ricopre di attenzioni, ma non fa il primo passo. Come prendere l’iniziativa nel modo giusto?

  • Sex

    La gelosia e la verità fino in fondo

    Gelosissimo, lui smania per sapere cosa c’è stato davvero tra lei e un altro, mentre non stavano più insieme. Ma è giusto?


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it