La prima mossa

di Guy Pizzinelli 

Un collega la ricopre di attenzioni, ma non fa il primo passo. Come prendere l'iniziativa nel modo giusto?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Caro Guy,
come una bimba ti scrivo chiedendo aiuto, ché nei rapporti sentimentali sto notando che mi sto un po arrugginendo. Non ho più l'audacia dei 20 anni.
Dal mio ultimo fidanzamento due anni fa, non ho avuto più un ragazzo, ma sono qualche uscita occasionale. Nulla di duraturo… fin quando, lo scorso anno, non ho conosciuto un ragazzo che mi ha mandato fuori di testa. Non uscivo più con con nessun altro, avevo occhi solo per lui.
Solo che io ero innamorata e lui non voleva altro che amicizia, o meglio dire: una tromba-amicizia. Se però mi vedeva con un ragazzo, mi faceva scene di gelosia: addirittura si è presentato ai miei…
E tutto questo è durato per un anno, fin quando mi sono fatta coraggio ho preso l'occasione e sono partita per lavoro, cercando di dimenticarlo e di frequentare altre persone.
E durante i miei viaggi di lavoro, a giugno, ho conosciuto un ragazzo, un collega per l'esattezza. Che fin dal primo giorno, un po' per carattere, un po' per inserimento nel gruppo di lavoro, mi ha sempre considerata e trattata benissimo, sempre messa al centro dell'attenzione.
Ora usciamo anche con lo stesso gruppo di amici, e lui tutte le volte mi viene a prendere e mi riporta a casa; mi aspetta anche se gli faccio fare tardi, se ho un problema mi aiuta in tutto e per tutto, e poi è molto carino nei modi nei miei confronti.
Ho anche notato che, con la sua simpatia, voglia di vivere e solarità, mi ha tirato molto su di morale e mi ha fatto dimenticare chi non riuscivo a dimenticare.
Ora mi trovo in difficoltà, perché fino a poco tempo fa io non pensavo che ci potesse essere qualcosa tra me e lui; poi i colleghi che ci circondano me lo hanno fatto notare, mi hanno fatto aprire gli occhi e inizio a guardarlo in altra maniera, non più come un amico.
Siamo abbastanza grandi entrambi: io 26 e lui 30, ma io ora non capisco se c'è veramente qualcosa oltre l'amicizia e se lui è interessato.
Come faccio a fare la prima mossa, in maniera soft? Perché ho paura di rovinare tutto, sopratutto l'amicizia. Grazie
Lo

Cara Lo,
ci sono schiere di donne, là fuori, un po' petulanti, un po' sciocchine, un po' presuntuosette, che sostengono che gli uomini siano sempre lì pronti a provarci con tutte, sempre, in ogni modo.
La realtà è diversa, e non sempre - anzi, quasi mai - rispecchia la loro descrizione.
Ora invece tu qui hai un uomo che, come racconti tu, ti riempie di attenzioni e ti pone sicuramente al centro delle sue. È sempre gentile e premuroso con te, ti fa sentire bene.. insomma, sembra certamente che tu gli interessi e che il tuo benessere anche spicciolo e quotidiano, sia per lui importante.
Per risponderti, però, partirò dalla fine della tua lettera: l'amicizia.
Io non credo che tu e lui possiate davvero essere genuinamente amici, se tu hai pensato di andare a vedere cosa c'è oltre. nel momento in cui si formula un pensiero del genere e nasce quel tipo di desiderio, l'amicizia diventa automaticamente impossibile.
Puoi essere amica di un uomo che a letto ti diverte e ti fa stare bene, ma per cui e con cui non vuoi altri coinvolgimenti; non di una persona con cui puoi voler esplorare se c'è spazio per dei sentimenti.
Detto questo, e sgombrato il campo dai dubbi, direi che se tra voi c'è già questo clima molto informale, personale, quasi intimo, tu possa tranquillamente fare una mossa decisa. Come invitarlo a cena a casa tua, oppure in un luogo che scegli tu, anche se lui esita a fare la prima mossa.
Certo, se va male ti beccherai un rifiuto e brucerà un po', ma almeno ti toglierai questo dubbio, e sarà sempre meglio che stare a chiedersi cosa e come potrebbe essere "se"...
In alternativa, se l'invito ti sembra troppo, prova a creare occasioni di dialogo a due, molto private e sii abbastanza esplicita nel fare riferimento al fatto che, tra voi due, ti pare ci sia un feeling speciale.
Solo, non fare l'errore di basarti su sensazioni fittizie o di farti film: accertati davvero che ciò che da lui percepisci come "attenzioni" siano segnali concreti di un interesse che vada "al di là."
Per il resto, buttati e buona fortuna.
Guy

Vuoi chiedere a Guy un consiglio, o un parere sulla tua storia? Scrivi a: lapostadelcuore@style.it

DA STYLE.IT

  • Sex

    Addio all’uomo violento

    Sono amanti affiatati e soddisfatti, finché un giorno lui cambia atteggiamento…

  • Sex

    Generazione she

    Sexy e acuta, disinvolta e pungente. È la misteriosa «She», raffigurata senza volto e quasi sempre di spalle, l'interprete del pensiero femminile contemporaneo, un personaggio virtuale nel quale si rispecchiano tante donne reali.

  • Sex

    La gelosia e la verità fino in fondo

    Gelosissimo, lui smania per sapere cosa c’è stato davvero tra lei e un altro, mentre non stavano più insieme. Ma è giusto?

  • Sex

    Una cotta per l’uomo maturo

    A 23 anni, lei vuole qualcosa di più del rapporto che può avere da un coetaneo. E lui è maturo, bello, atletico…


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it