Il pacchetto completo che fa paura

di Guy Pizzinelli 

Lei ha una figlia da un matrimonio precedente, ma lui non se la sente di far parte della famiglia allargata. Perciò lei lo lascia. E adesso?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Caro Guy,
ti scrivo perché vorrei un consiglio: il mio uomo mi ha lasciata da un mese e 10 giorni, dopo 1 anno e mezzo di relazione. 14 mesi di storia "senza impegno" e 4 mesi e mezzo da "ufficialmente fidanzati".
Il problema tra noi è solo uno: io sono mamma, ho una figlia nata da un precedente matrimonio; e lui, per esperienze negative passate, non se la sente di farsene carico.
Noi stiamo benissimo insieme: mai una lite, tutto ok. Ma lui, che è un tipo molto indeciso e insicuro, ha la crisi!
Non mi sono fatta sentire, sono sparita: credo che sia il comportamento migliore.
Ma tu credi che stando solo, senza né vedermi né sentirmi, lui possa capire, ragionare e magari tornare da me?
Ha 41 anni non è un ragazzino. So che lui esce ogni giorno, evita di stare solo per non pensare e per distrarsi, si sente molto in colpa. E poi in fondo mi ha lasciata di botto da un giorno all'altro... so che non sta bene.
Io lo amo, ma non so… lui è molto sicuro di me, sa che lo amo tanto e che ci sono sempre stata. Insomma si sente sicurissimo, sa che soffro…
Forse dovrei fargli crollare queste certezze?
Sono veramente scoraggiata, mi vengono raccontate solo storie di donne coraggiose, che fanno figli, restano sole, amano con trasporto appassionato, si dedicano all'altro, lo accudiscono e prestano attenzione incondizionata. E da parte loro gli uomini sempre i soliti ruoli, con le donne sempre più forti, gli uomini sono sempre più deboli.
Puoi aiutarmi? Grazie.
Sonia

Cara Sonia,
intanto io non credo che gli uomini siano sempre più deboli. Sarebbe ora che le donne smettessero di accusare gli uomini di questa presunta debolezza ogni volta che un uomo non si comporta o non fa ciò che la donna si aspetta da lui.
Immaginati alla fermata del 33, con il tram che non arriva e tu che attendi. Cosa fai, all'improvviso ti metti a dire che il tram è debole solo perché non passa nel momento che vorresti tu? Assurdo, vero?
La realtà dei fatti è che le donne, le coppie oggi, si sposano e fanno figli nell'illusione che poi tutto vada bene e si rimanga insieme per sempre. Invece dopo un po' arriva alle porte l'inevitabile e fisiologica separazione, e la donne rimane suo malgrado con un pacchetto completo di uno o anche due o più figli; e non tutti gli uomini -anzi davvero pochi - sono disposti a farsene carico e ad affrontare un'ulteriore sfida genitoriale, peraltro poco facile. E non è questione di debolezza: a volte nella vita ci troviamo di fronte a sfide che abbiamo voglia di affrontare; altre volte, invece, semplicemente non è il nostro film, punto.
Riguardo a lui e a cosa stia facendo ora, come si confronti con il tuo abbandono, beh, credo siano fatti suoi. Che esca o stia in casa, che si diverta o si annoi. Non penso ti debba riguardare, né tu debba giudicarlo per quello.
È facile dire, qui, che se lui ti avesse davvero amata e tu fossi stata la cosa più importante per lui, ora sareste tutti una bella famiglia, e probabilmente oltre che giusto è anche vero.
Tu sei quello, tu sei tu e tua figlia.
Io credo che se davvero non potrà stare senza di te, lo capirà e accetterà e tornerà a cercarti, se tu non ha commesso tradimenti o inganni o altri atti menzogneri o offensivi che abbiano potuto contribuire ad allontanarlo.
Insomma, se l'hai sempre e solo amato, ora è il suo turno di dimostrartelo.
Nel frattempo, vivi la tua vita
Guy

-- Vuoi un consiglio, un parere sulla tua storia sentimentale? Chiedi un parere a Guy!
e-mail:
lapostadelcuore@style.it


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it