Cercare una persona è come inseguirla?

di Guy Pizzinelli 

A letto fanno scintille, ma poi a lei non viene voglia di cercarlo. Per quale motivo?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Caro Guy,
Sono un po' confusa…
Dopo anni di errori femminili da manuale mi sono imposta di cambiare, ma adesso mi sto chiedendo se invece di commettere sempre gli stessi errori non abbia semplicemente iniziato a farne di nuovi. Ti spiego.
Ho rivisto una vecchia fiamma, con la quale avevo vissuto un bel flirt di gioventù a base di sesso. È accaduta ora nuovamente la stessa cosa per la gioia di entrambi: il sesso ci è sempre venuto bene, e da adulti ci viene ancora meglio.
Mi ha cercata lui, io sono sempre stata gentile e mi sono un po' negata a causa di impegni, poi finalmente l'incontro appassionato. Solo che lui non vuole un rapporto, ha premesso.
Successivamente lui mi cerca, per dirmi che vorrebbe che accadesse ancora.
Io rimango vaga. Poi lui ribadisce ancora quanto gli è piaciuto, quanto vorrebbe che ci rivedessimo. Io lo cerco per prima una sola volta nel giro di un mese, lui reagisce con entusiasmo. Mi chiede di rivederci, io ho impegni, impegni e impegni, ma poi finalmente poi ci rivediamo.
Fine. Mai più sentito… ed è passato un altro mese.
Ora, dimmi: a parte l'ipotesi che io non gli sia più piaciuta all'improvviso, a parte quella che abbia trovato un'altra che gli piaccia di più, esiste la possibilità che non mi abbia cercata perché stanco di una che non lo cerca mai?
Perché io ho un problema, non voglio più inseguire nessuno.
So che cercare non è necessariamente inseguire, ma a me sembra di inseguire lo stesso.
A me piacerebbe rivederlo, mi piaceva il nostro sesso con leggerezza ma non riesco a farmi sentire. Come percepisce un uomo un comportamento del genere?
Ciao Guy, ti leggerei all'infinito!
Clau

Cara Clau,
bella domanda, in effetti. Quando mi chiedono come un uomo prova questo o quest'altro o come reagisce, ho sempre difficoltà a rispondere, perché anche di noi, come di voi, esistono esemplari ben strani.
La sua scomparsa un po' improvvisa in effetti è ben strana, ma va anche detto che se tu ogni volta che lui ti cerca gliela fai un po' troppo cadere dall'alto, beh ci sta che un uomo dopo un po' si stanchi di star lì a pregarti. Soprattutto se non sei la sola donna consenziente che ha in rubrica.
Di solito, in una situazione del genere, l'uomo si allontana o si toglie dal gioco quando la donna non si accontenta più della bella storia di sesso senza impegni e comincia appunto a chiederne uno.
In questo caso, in effetti, sì, sembrerebbe più che lui si sia stufato di te che non lo cerchi, che fai la vaga, che hai impegni.
Ma poi: lo hai fatto apposta, più di quanto davvero fossi svogliata o impegnata oppure presa da altro, oppure magari è stato più un atteggiamento, una posa?
Perché parliamoci chiaro: è vero che se il sesso è spettacolare e ne vale davvero la pena, allora un uomo può adattarsi a fare la parte di quello che cerca, insiste, si sforza di creare l'occasione per vedersi; ma è anche vero che un minimo fa piacere la sensazione di essere apprezzato, cercato, desiderato.
Detto questo, io credo sinceramente che inseguire sia ben altro e che sia un termine che attenga a contesti decisamente diversi e ben più complessi emotivamente.
Insomma, capirei quello che dichiari tu in conclusione di lettera se ci fosse davvero stato tra voi un coinvolgimento sentimentale, almeno parziale. Ma da come la racconti, non mi sembra.
Sostanzialmente quello che fate voi è sesso. Non è mica una relazione o una storia, neanche in fase nascente, no?
E per fare sesso, bisognerà pure che ci si cerchi, ci si telefoni, si organizzi, insomma.
Non trovi?
Qual è quindi il problema qui?
Guy


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it