Una cotta per niente

di Guy Pizzinelli 

Troppi film, troppe illusioni e troppo smartphone, soprattutto. Ecco perché lei ha frainteso tutto

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Ciao Guy,
ho letto delle belle cose che hai scritto circa il rapporto sbagliato che spesso noi donne intessiamo con gli uomini, hai ragione su molte cose e ora  scrivo a te per evitare di umiliarmi ancora.
Ti riassumo: vado in vacanza ad ottobre scorso in un villaggio. Lui era il capo, lì. Bel tipo, molto in gamba e sveglissimo.
Ci siamo guardati, ma la mia serietà mi ha impedito di avvicinarmi a lui. Lui per professionalità non l'ha fatto. Il giorno della partenza ci siamo solo salutati, ma ho visto il suo  sguardo e ho capito. Tornata a casa gli ho scritto su Messenger. Lui ha capito subito chi ero e, da ottobre a oggi ogni giorno messaggi, foto, video, amore, tesoro mio…buonanotte.
Io già a gennaio ero persa, lui non lo so. Sta di fatto che ogni giorno io gli scrivevo e lui ogni giorno rispondeva. Sempre. Con termini pesanti, almeno per me: "amore mio..ti vorrei baciare..vieni qui, ecc"
Non ci siamo mai visti perché lui è tornato da queste parti solo per due mesi e essendo molto distanti non siamo riusciti a vederci. Poi avevamo organizzato per i primi
di aprile, ma è dovuto ripartire per l'altra parte del mondo. Io ero
choccata, lui triste ma mi ha detto che non poteva rifiutare. Ho
passato un mese di dolore assurdo: gli scrivevo giorno e notte che non ce la potevo fare e lui mi rispondeva che dovevo farmi forza.
I messaggi quasi quotidiani non si sono interrotti in realtà fino a
ieri: gli ho detto che lo aspetterò fino a settembre, ma non lo so.
Lui sa che io sono qui, che quando rientrerà io sarò qui. Comunque, se ne frega. Oramai è partito da due mesi e ultimamente sono solo io a scrivergli. Lui mi risponde sbrigativamente, pero' di sua iniziativa non fa nulla. Io mi sento umiliata ogni volta che gli scrivo. poi lui mi risponde e sono al settimo cielo, lui non parla del futuro, non fa progetti, e ogni volta che gli dico qualcosa lui mi risponde di vivere giorno per giorno. E io muoio.
Vorrei mi dicesse "appena torno in Italia ci vediamo" ma non lo dice.
E se io gli dico qualcosa di concreto, lui non risponde.
Mi sembra d'impazzire, mi dici come comportarmi?
Farò
come dici tu.
L.

Cara L.,
purtroppo ti annuncio che le mia risposta sarà durissima. E vorrei che fosse un esempio anche per tutte le donne che si comportano come stai facendo tu. Quindi, se non ti va o pensi di non reggerla, smetti di leggere qui.
Ora, veniamo al tuo caso. La prima domanda che mi viene è: di cosa davvero stai parlando?
Dov'è la notizia, qui, dov'è la storia, dov'è l'episodio, dov'è il fatto?
Tu e lui vi scambiate un'occhiata mentre parti e secondo te c'è sostanza per scatenare poi tutto quello che mi hai scritto dopo?
E cos'hai capito da un'occhiata? Che gli piaci? Che vorrebbe portarti a letto? Che sei la donna della sua vita? Che non ha mai visto nessuna che lo attragga come fai tu?
Ti renderai conto che da fuori è un po' difficile capire…
Io salgo su treni e metropolitane e aerei regolarmente, e regolarmente ci sono donne che mi rivolgono occhiate, magari anche ricambiate qualche volta. Ma è un attimo e poi passa. Questo non vuol dire che io (o loro, spero) pensi che improvvisamente sono tutte pazze per me o mi vogliono avere o sposare.
Ora, io non so quanti anni abbia tu, ma tu racconti tutto questo pathos e questo dramma sentimentale sulla base di che fatti? Un'occhiata? Due parole con lui?
Il resto sono messaggini, video e chat. Che a lui non costano niente.
Niente di vero, di fisico, di personale, di corporeo. Nessun bacio, nessun amplesso, nessuna cena insieme, niente di niente.
Non solo, ma con chi scegli di farti tutto questo film, alla fine?
Con un animatore o responsabile di villaggio turistico. Davvero?
Uno che ogni settimana si vede sbarcare decine di donne più o meno single, moltissime disponibili - e che vanno là a cercare proprio quel tipo di emozioni, parliamoci chiaro -, che passa tipo sei o otto mesi all'anno a divertirsi e far divertire e lontano da lì dove sei tu. Uno che sta lì a leggere i messaggi di una che "ha capito tutto" da un'occhiata, certo e si fa leccare e ingrassare l'ego da ogni tuo messaggio, che guardacaso arriva sempre per primo.
Ora, la domanda è: con uno così, con cui non è successo nulla e che ti scrive una marea di cretinate tipo "amore mio, tesorino" (ma amoremio cosa, che neppure vi siete baciati???), che fa quel lavoro lì e che non hai mai rivisto, tu cosa pensi davvero ci sia e possa esserci di preciso?
Tesoro mio, posa lo smartphone ed esci a vivere, dai.
(ti ho detto che non ti sarebbe piaciuta)
Buona fortuna,
Guy

-- Vuoi un consiglio, un parere sulla tua storia sentimentale? Chiedi un parere a Guy!
e-mail: lapostadelcuore@style.it


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it