L'amante perfetta non pressa mai?

di Guy Pizzinelli 

Se lei svolge il ruolo dell'amante e lui non sembra prendere decisioni. Una situazione classica, che molti ritengono senza uscita. Ma è vero?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Ciao Guy,
mi chiamo Cristina, ho 40 anni, una figlia e di professione nel tempo libero (controsenso) posso dire di fare l'amante convinta, da due anni. A parte il fatto che molti mi chiamerebbero una zoccola o una rovinafamiglie, io ho deciso che potevo innamorarmi di un uomo sposato con una figlia e che potevo fare la sua donna di passione o forse anche rappresentare una possibile alternativa alla sua unione attuale.
Lui tradisce appunto la sua famiglia con me: dice che io gli faccio sentire emozioni che sua moglie non gli dà più e che questo lo autorizza a tradirla. Perché lei lei pensa troppo alla figlia. Io forse dovrei sentirmi in colpa verso la moglie o la figlia, ma non è così. Anche lui sembra tranquillo, sereno. Con la scusa del lavoro riesce a giustificare qualsiasi fuga con me, qualsiasi assenza.
Io non desidero davvero che la lasci perché è così che ci divertiamo: andiamo al ristorante, facciamo tardi la sera. Non ha ancora trovato il modo di dormire fuori la notte, anche se a giugno, mentre lei era in vacanza dalla suocera, lui mi ha portato a dormire a casa sua.
Ho provato un po' di disagio, tra gli oggetti di loro due e i vestiti della moglie. Solo che io sono la single: non ho niente da perdere.
Quello che mi angustia, tuttavia, è che ho la sgradevole sensazione di amare una persona senza una morale: lui parla di lasciarla presto, per me, ma non lo fa. però intanto le racconta un sacco di balle. La tragica verità è che, anche se lo amo, non mi fido. Un giorno quello che fa alla moglie potrebbe farlo a me.
Secondo te dovrei pressarlo per vedere se io e lui possiamo avere o meritare una chance insieme o dovrei aspettare che si decida da solo e che magari nel frattempo mi stufi?
Grazie, Cristina

Cara Cristina,
la tua lettera può sembrare banale e la tua domanda scontata.
O almeno così penseranno di certo molte delle donne che ci stanno leggendo. In un certo senso, potrebbero anche avere ragione.
Ma io credo che la tua situazione non solo sia quella appunto di moltissime donne tra i 30 e i 50 anni, più o meno, ma che sia anche molto meno scontata di quanto si possa pensare.
Fanno presto certe tizie dispensatrici di consigli su carta e sul web, pronte ad affannarsi per dare di sé l'immagine delle cool girls, a ribadire che no, un uomo fidanzato o sposato non lascerà mai la compagna per te o per le donne nella tua stessa situazione.
In realtà, nella vita, tutto può accadere. Spesso non è questione neppure di essere fidanzati o avere figli di mezzo. Anzi. Le coppie - con o senza figli - si disfano di continuo. Quelli pronti  saltar su e a dire: "lui non la lascerà mai" sono solo dei poveri scemi, in realtà.
Il punto vero, unico importante, è che è solo una questione di concorrenza. Di offerta, diciamo. Se lui si è messo a intrattenere una relazione di lunga durata con te, vuol dire che ciò che dice relativamente a quello che la sua compagna gli da, è vero. È sincero.
Facciamo un paragone molto terra-terra, ma che aiuterà. Un uomo single è come un uomo senza auto, diciamo. Non è che proprio un modello qualunque andrà bene, pur di non dover ricorrere solo ai mezzi pubblici, ma una proposta allettante e convincente lo indurrà a scegliere un modello piuttosto che un altro in tempi tutto sommato non lunghissimi.
Un uomo fidanzato è come un cliente che già possiede un'auto. Che tutto sommato gli sta bene e con cui si trova a suo agio, in linea di massima.
Quindi, perché cambiarla? Insomma, deve valerne davvero la pena, non trovi?
Devi forzarlo? Certo che sì, dopo due anni. Ma non nel senso che devi continuamente ripetergli che deve lasciare la compagna per te. Devi proporgli un progetto insieme che lo convinca più di quanto lo alletti l sua situazione attuale.
Dirgli solo "lasciala o mi perdi" non servirà a molto, se nel frattempo non gli offri un'alternativa davvero valida e completa a ciò che ha.
E no, solo del buon sesso non basta, ricordalo.
Guy

-- Vuoi un consiglio, un parere sulla tua storia sentimentale? Chiedi un parere a Guy!
e-mail: lapostadelcuore@style.it


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it