Usa, i single battono
gli sposati

di   

Molte donne non sentirebbero più la necessità di un compagno per dirsi realizzate


Photo: Corbis

Photo: Corbis

E vissero felici e contenti. Ma non sposati. Piace infatti sempre meno il matrimonio, considerato un'istituzione ormai in disuso, al punto che negli Stati Uniti solo due terzi delle unioni dura più di 10 anni, mentre il 40% dei figli nasce fuori dal tetto coniugale.

E non bastassero questi numeri a far capire quanto passate di moda siano ormai le nozze, i dati forniti dall'indagine del Wall Street Journal confermano il trend, tracciando un quadro del tutto nuovo della società americana, dove per la prima volta nella storia si è arrivati allo storico sorpasso dei single ai danni degli ammogliati: il 45,6% dei primi contro il 44,9% dei secondi.

Insomma, dopo che già nel 2006 i conviventi d'Oltreoceano superarono per la prima volta le coppie maritate, adesso tocca anche a chi è solo, a volte per scelta altre perché fresco di separazione. E la colpa di questa insolita situazione sarebbe anche delle donne che, finalmente emancipate e più felici, non sentono più come impellente la necessità di avere a fianco un uomo per realizzarsi.

Una teoria che aveva già trovato spazio in un precedente studio dell'Università di Princeton, pubblicato sull'American Journal of Sociology, dove si evidenziava come negli Usa l'età media del primo matrimonio si fosse alzata di circa 4 anni e la percentuale di coloro che avevano deciso di non compiere il fatidico passo era salita dal 5 al 10%.

Ma la nuova ricerca pone l'accento anche sulla recessione che, a detta degli esperti, influirebbe notevolmente sui sogni matrimoniali delle persone, spegnendoli sul nascere. A confermarlo, un solo dato, ma significativo: il 18,6% dei maschi a stelle e strisce fra i 25 e i 34 anni vive ancora coi genitori perché non può permettersi una casa propria: è la percentuale più alta mai registrata dagli anni Sessanta ad oggi. E dire che per uno studio rilanciato dal Financial Times, il matrimonio sarebbe un affare anche economico, visto che le coppie sposate guadagnerebbero il 10 o il 20% in più dei single, mentre due diverse ricerche, sempre americane, avevano già dimostrato come gli uomini sposati fossero più gentili e socievoli dei single e che mariti e mogli soffrono meno di mal di testa, alcolismo e depressione rispetto a chi non è in coppia: niente da fare, l'idea delle nozze non piace più. O se non altro piace sempre meno e non solo negli States, ma anche in Europa, dove la percentuale delle unioni regolarizzate è scesa negli ultimi dieci anni dal 5,1 al 4,9 ogni mille abitanti e in Italia va anche peggio, con l'asticella che si è abbassata ulteriormente da 4,9 a 4,1.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it