Tutte le donne
di Helmut Newton
(esclusa Cleopatra)

di Claudia Raimondi 

A Parigi la prima retrospettiva francese con 200 lavori del grande fotografo

Claudia Raimondi

Claudia Raimondi

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Helmut Newton fotografava la moda e la femminilità, la ricchezza e l'eros, sempre mescolando bellezza e disincanto, sensualità e ironia.

Fino al 17 giugno al Grand Palais di Parigi, un'esposizione raccoglie più di 200 suoi lavori: fotografie, stampe originali, polaroid e scatti monumentali.

«Lusso, classe e voluttà. Il tutto avvolto in un sacco di humor, con un pizzico di zolfo»: così Jérôme Neutres, co-curatore della mostra insieme alla moglie di Newton, June Brunell, definisce per Style.it quel suo stile così riconoscibile e unico.

Ma cos'era per Newton il sex appeal?

«La moda - continua Neutres - vende sogni. Newton ha dimostrato che quello che vende sono anche fantasie. Tutte queste fotografie sono inoltre il ritratto di una società, quella della liberazione sessuale».

La "trasgressione" è un termine che ben si accosta al lavoro di Helmut Newton: che genere di regole lui stesso ha trasgredito?

«Newton diceva di vedere il mondo in modo distorto, "in a twisted way" - ricorda Neutres -. Si è liberato dai codici delle riviste, facendo foto per giornali di moda che sembrano tutto tranne un servizio di moda. È stato anche il primo a mostrare in giornali dedicati al grande pubblico una qualche forma di erotismo. Ha rotto davvero molti tabù».

«Era molto importante che la prima grande retrospettiva dopo la morte di Newton si tenesse a Parigi - conclude Neutres -. Questa è la città in cui Newton ha realizzato molti dei suoi capolavori, la città che lo ha ispirato e dove ha vissuto per vent'anni. Questa mostra è il risultato di un lavoro di oltre due anni con June Newton e con la Helmut Newton Foundation di Berlino».

Alle fotografie e ai ritratti nell'esposizione parigina si aggiunge anche un film, girato dalla moglie, anch'essa fotografa con lo pseudonimo di Alice Springs, per raccontare Helmut by June.

Di fronte a quanti le rimandano l'immagine di un uomo che ha insegnato alle donne la consapevolezza della loro sensualità June Newton risponde tornando alla vera essenza di suo marito: «Newton era un fotografo, non un insegnante, difficile dire se abbia insegnato qualcosa alle donne».

Di certo, le ha fatte vedere al mondo pienamente consapevoli della loro sensualità, sicure senza essere algide, seducenti al punto da incutere soggezione, indipendenti e capaci di vivere in un "Mondo senza uomini", come recita appunto il titolo di un famoso libro di Newton.

Sono donne di potere. «Potere che è l'opposto di debolezza» aggiunge June Newton.

Questo di certo lo affascinava. E infatti alla domanda quale donna avrebbe voluto fotografare, June Newton risponde:«Probabilmente non avrebbe rifiutato Cleopatra».

Tanti volti noti al vernissage che si è tenuto il 23 marzo a Parigi, da Catherine Deneuve, e Charlotte Rampling, entrambe immortalate in due splendidi ritratti, l'una che tiene tra le labbra una sigaretta nel modo più sexy del mondo e l'altra sfrontatamente seduta su un tavolo in una nudità elegantissima.

Qui è possibile vedere le immagini del vernissage.

In pratica

Helmut Newton; fino al 17 giugno 2012

Grand Palais - Galleria sud est; ingresso Winston Churchill Avenue

Aperto tutti i giorni, eccetto il martedì, dalle 10 alle 22.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it