Come trovare il punto G

di Guy Pizzinelli 

Esiste il mitico Punto G? E se esiste, come può fare il vostro compagno a trovarlo e stimolarlo nel modo giusto?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Esiste? Non esiste? È solo leggenda? Funziona? È una bufala?
Parliamo del fantomatico, introvabile, leggendario e preziosissimo punto G. Un particolare punto del corpo femminile, molto sensibile, che dovrebbe essere situato sulla parete anteriore della vagina, dietro l'osso pubico.
Gli esperti del settore e i sessuologi giurano che si trovi a metà strada tra l'ingresso e la parte posteriore della vagina, ossia a 4 o 5  cm dall'entrata.

Tuttavia, non illudetevi che sia tutto semplice: il famoso punto g del quale tutti parlano non è un bottoncino magico che basta premere per avere subito un orgasmo.
È semplicemente un'area che se stimolata adeguatamente  e sapeintemente può procurare molto piacere. Meglio quindi non mitizzarlo, ma trattarlo con il dovuto rispetto. Tutte le donne lo hanno, ma non tutte sono sensibili o provano piacere in quel punto, quindi se non succede nulla, non disperate.

Per provare quindi quest'orgasmo fantastico
"da punto G", è importante localizzare con sicurezza questa zona erogena. Per arrivarci, inserisci nella vagina un dito leggermente curvato verso il ventre. Dopo circa 4 cm sentirai che la pelle è meno liscia, o addirittura rugosa.
Sfregando per un po' questo punto, sentirai uno stimolo simile a quello della pipì, e la pelle inizierà a gonfiarsi ed indurirsi per l'afflusso del sangue. A seconda delle donne, tale stimolazione può essere piacevole subito o diventarla con il passare del tempo.
Una buona pratica è comunque stimolare sempre molto bene prima anche il clitoride (secondo alcunis essuologi il punto g non è altro che la parte terminale del clitoride stesso).
Guida il dito del tuo partner verso il punto G e digli di effettuare movimenti circolari o e di leggera pressione.

Il punto G è grande più o meno quanto una monetina
: quando stimolato propriamente si dilata un po' e cambia leggermente struttura. Ma attentione: non tutto è così semplice anche una volta trovato: alla maggior parte delle donne sono necessari lunghi preliminari e stimolazione sessuale prima che il punto G possa loro procurare piacere.
Prendetevi il vostro tempo, quindi!


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it