Come scegliere l'intimo Burlesque

di Guy Pizzinelli 

Una mini guida ai capi di lingerie sexy da sfoggiare in un occasione speciale e sensuale

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Forse non sapete che era nato in Gran Bretagna nella seconda metà dell'Ottocento, e che il Burlesque era stato ideato come uno show di intrattenimento per le classi meno abbienti. Molto proletario, quindi.
Col tempo, esso perse l'elemento comico per assomigliare sempre più al "varietà".
Componente principale sono dunque le seduttive danze di donne bellissime e affascinanti, tra cui le più note sono oggi Dita Von Teese, Catherine D'Lish, Dirty Martin, per citarne solo alcune.
Le atmosfere? Decisamente retrò. Ma che tipo di intimo vi serve se volete ispirarvi a questo stile? La quantità disponibile sul mercato di capi di lingerie Burlesque è davvero impressionante e potete sbizzarrirvi a comporre il look che più vi piace.

Il corsetto è il capo simbolo di questa lingerie: spinge, stringe, modella e mette ogni cosa al posto giusto. Ma non sono i bustini l'unico indumento intimo Burlesque: corpetti, reggiseni e perizoma neri, meglio se impreziositi da fiocchi e nastrini colorati (color rosso, viola o bianco). Ai modelli senza il top, ad esempio, e si abbinano facilmente i tipici copricapezzoli con nappa.
Un classicissimo sono le calze autoreggenti e il reggicalze, vanno bene anche trasparenze, ricami e lingerie di pizzo. Le calze si fermano di solito all'altezza della coscia e portano in bella mostra nastri, fiocchi o passamanerie in pizzo.
Corredate il tutto con trucco scuro e pettinatura retrò ed il gioco è fatto.

Non importa se indosserete l'intimo Burlesque per celebrare un anniversario, per un appuntamento al buio o sotto il vestito per la riunione in ufficio: sarete sempre seduttive e raffinate con la biancheria intima ispirata al Burlesque.
Quanto ai dettagli, pizzo, volant, perline, piume, brillantini, lustrini, paillettes sono solo alcuni dei plus caratteristici di questo stile.
Ricordate: il must è sempre osare e stupire, senza strafare. Buon divertimento!


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it