Rapporto orale: come si pratica davvero?

di Guy Pizzinelli 

È un atto sessuale diffusissimo: il cinquanta per cento delle coppie lo pratica con regolarità; il trenta per cento invece solo occasionalmente

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

La bocca di lei che si avvicina al pene di lui. È il momento della verità, in un rapporto sessuale.
È quando lui capisce quanto è davvero scafata e vissuta lei, a letto, nonostante tutto ciò che ha lasciato intendere o di cui si vanta.
E le donne, sul pompino, si vantano eccome. Tanto che il 70% sostiene che sia "una sua specialità."
È vero? Per niente. Vediamo perché. E come.
Ma prima, un po' di tecnica.

Il termine fellatio deriva dalla parola latina fellāre (letteralmente: succhiare). In senso stretto, quindi, la fellatio è la suzione del pene, con l'introduzione di una sua parte o dell'intera sua lunghezza nella bocca del partner: in questo secondo caso si parla più propriamente di deep- throating (gola profonda, dal titolo di un celebre film pornografico).
Se nel passato la fellatio veniva praticata solo dalle prostitute, oggi è entrata a far parte delle abitudini sessuali ed è spesso parte integrante dei preliminari. Secondo un sondaggio, l'80% delle persone interrogate hanno già sperimentato la fellatio almeno una volta.

La stimolazione esterna del pene con la sola lingua (come quella praticata da alcuni mammiferi, tra cui il pipistrello della frutta) è più propriamente chiamata penilingus. L'uso di questo termine è però molto raro e comunemente con fellatio si tende a designare in senso lato qualsiasi pratica di stimolazione orale del pene.

In teoria la fellatio deve riprodurre il movimento della penetrazione. Si tratta quindi di introdurre il pene del tuo partner in bocca facendo attenzione a non graffiare con i denti e muovere la bocca avanti e indietro lungo di esso. Con il caveat che gli uomini non si accontentano di un gesto monotono e meccanico, ergo devi cercare di variare il ritmo, l'intensità delle carezze e alternare passione e delicatezza.
Non limitarti a tenere in bocca il pene eretto ma bacialo, leccalo, succhialo, solleticalo. Per vaer la sicurezza di soddisfare davvero il tuo uomo, fai attenzione alle sue reazioni e acontente le sue richieste e le sue direzioni.

Devi anche ricordare che la parte più sensibile del pene è il glande e quest'ultimo può essere stimolato senza particolari virtuosismi. Per il deep-throating il problema può essere rappresentato dalla possibilità, per la donna, di avvertire il riflesso di un conato. Per evitarlo, è utile respirare dal naso. E poi, ovviamente, è essenziale che lui faccia dei movimenti delicati e graduali.

Sicurezza: il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili, come ad esempio l'epatite B e C, il virus dell'immunodeficienza umana HIV, il cui contagio solitamente avviene soprattutto attraverso eventuali piccoli taglietti nella bocca, la mononucleosi ed altri ancora. E questo per non dire di tutti quei batteri che hanno campo libero in questa circostanza. Pertanto è assolutamente consigliabile usare sempre il preservativo.

 

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it