Come far eccitare un uomo

di Guy Pizzinelli 

Come si fa a far eccitare un uomo? Quali sono i segreti per sedurlo dentro e fuori dal letto?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Vi siste mai soffermate un secondo a riflettere su quanto ne sanno davvero le donne di cosa fa impazzire un uomo, quando si parla di sesso, seduzione e piacere?
Ovviamente gli uomini non sono tutti uguali e non esistono preliminari preconfezionati buoni per ogni occasione: una volta studiati i gusti sessuali del partner sotto le lenzuola, però, potete tentare alcuni gesti che stimolano l'eccitazione maschile.
In realtà, anche il desiderio maschile - come quello femminile - si accende soprattutto attraverso la fantasia. La scintilla dell'attrazione nasce dalla testa e a volte, anzi, le immagini mentali, o le parole e le frasi dette da lei, diventano addirittura più eccitanti del contatto fisico.
Ma perché "perdere tempo" con i preliminari? Ecco alcune ottime ragioni:
Ecco alcuni degli effetti benefici fondamentali dei preliminari:
- Diminuiscono la tensione muscolare, quindi anche del muscolo pubococcigeo;
- Aumentano il vostro grado di eccitamento tale da rendervi disinibite;
- Provocano maggiore piacere nella penetrazione per l'incremento di sangue nelle zone "sessuali", di conseguenza si avranno migliori sensazioni  grazie ai ricettori del piacere;
- Durante i preliminari, sia lui che lei possono lasciarsi andare alle loro fantasie più recondite.

Ecco i passi da compiere, uno per uno:
Stuzzicatelo con calma e metodo
Sappiate fin da subito che se usate preliminari lenti, stuzzicanti e protratti, il suo cervello rilascia tre ormoni (tesosterone, dopamina e ossitocina) che, agendo insieme, lo portano a un orgasmo finale aanche a lunga durata.
Per questo, iniziate appunto a solleticare i suoi pensieri... perché l'orgasmo prima che dal corpo parte dal cervello.
Per scaldarlo lentamente, dovete lasciare spazio alla sua immaginazione: "Fate un'allusione, mostrategli qualche centimetro di coscia e sseno, prima di sparire sotto le lenzuola.», dice Louann Brizendine, neuropsichiatra e sessuologa.
Una dolce tortura fa salire il flusso ormonale dando il via al desiderio più acuto e prolungato: sul fronte della chimica, incrementa il rilascio di tesosterone, che amplifica la sua libido e fa crescere la dopamina che regola l'eccitazione sessuale.

Prendete l'iniziativa, con determinazione
Qualsiasi ragazzo o uomo vi dirà che non c'è niente di più eccitante di una donna che sa cosa vuole a letto… a parte, ovviamente, una donna che lo chiede apertamente. Magari farete fatica a trovare le parole, ma dovete solamente dire al partner quelle cose piccanti e un po' "spreuidicate" che vorreste che lui vi facesse.
Gli uomini vogliono avere donne che sappiano come muoversi autonomamente, che non abbiano bisogno di essere guidate durante il sesso, che siano partecipi del gioco erotico e che lo alimentino. Quindi siate propositive, agite! (il che non vuol dire essere aggressive). Vedere una donna che a un certo punto prende l'iniziativa, e lo usa quasi come se fosse un giocattolo sessuale, può essere molto eccitante per lui, aumentando oltre al piacere anche l'autostima e la sua sicurezza nelle proprie capacità amatorie.

Non esiste solo il suo membro
«È vero che l'organo sessuale maschile è una zona molto sensibile, ma bisogna dire che gli uomini sono sempre più disposti a sperimentare il piacere nella complessità del corpo», dice il sessuologo Gabriele Baroni. Secondo una ricerca dell'università di Toronto, sulle mucose della pelle sono presenti 720.000 terminazioni nervose sensibili al contatto fisico: ognuna di queste è una potenziale zona erogena.
Tocca il tuo uomo su tutto il suo corpo con i polpastrelli, le labbra, il seno. Ogni volta che lo sfiori, il suo corpo rilascia il terzo ingrediente del suo mix esplosivo, l'ossitocina, l'ormone dell'amore. «Questa sostanza è rilasciata nel cervello in grandi dosi durante il sesso», spiega Brizendine. Più lo ecciti con il contatto pelle a pelle più lui fa il pieno di questo ormone. Se aggiungi il picco di tesosterone e dopamina, hai il mix vincente. Occhio, però: non puoi toccarlo ovunque e, soprattutto, non dove lui vorrebbe! «È essenziale che spesso ti avvicini il più possibile ai suoi genitali, senza arrivarci», dice la sessuologa Rachel Ross.

Fatti desiderare ma senza stancarlo
Un altro atteggiamento altamente gratificante per un uomo è sentire che una donna prova a negarsi un po', ha qualche guizzo di lotta e di ribellione, ma alla fine cede e si abbandona al desiderio: pensare che di riuscire a penetrare i vostri tabù, le vostre difese e barriere lo inorgoglisce, facendolo sentire irresistibile. Quindi giocate a resistergli un po', e poi lasciatevi andare con grande passionalità al piacere."


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it