Come flirtare: i segreti per un flirt perfetto

di Guy Pizzinelli 

Flirtare è il primissimo passo sulla strada per intraprendere una relazione: è facile, ma tu sai come si flirta?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Non coorre essere grandi seduttrici o esperte di relazioni per gioco:  tutte sanno che  flirtare è un divertimento, un gioco di cui godere con leggerezza, ma anche un'arte che va sperimentata e consolidata con molto esercizio: flirtare è una tecnica di seduzione femminile da usare ogni qualvolta desideri conquistare colui che ha catturato il tuo interesse. Saper flirtare bene significa ottenere ciò che si vuole da qualsiasi situazione in campo sentimentale.
Ecco cinque regole d'oro:


Primo: avere coraggio, cioè non trincerarsi dietro scuse banali per avvicinarsi all'oggetto del proprio interesse. Avere coraggio significa mantenere un certo aplomb e trasmettere la consapevolezza del proprio potere di attrazione; quindi è vietato pure intavolare una conversazione con un uomo guardando insistentemente a terra o giocando nervosamente con una ciocca di capelli.

Secondo: essere divertenti. Infatti è ormai acclarato che secoli di acchiappo al maschile trovano fondamento nella capacità di suscitare la risata femminile: effettivamente, che cosa c'è di più intrigante di un uomo capace di sdrammatizzare una situazione potenzialmente imbarazzante e in grado di essere autoironico? Se le donne (almeno quelle intelligenti) amano un uomo capace di farle ridere, certamente vale anche la regola inversa. Sì, quindi, alla donna che flirta mostrandosi ironica, con due limitazioni: evitare di trasformarsi in clown e non usare l'arma dell'umorismo per ferire chi si ha davanti.

Terzo: mostrarsi sicure. Il che sottende naturalmente che si nutra davvero fiducia nelle proprie potenzialità e nell'uomo che si ha davanti. A nessuno piace avere la sensazione di pagare per colpe altrui, quindi se si sta attraversando un periodo di odio nei confronti dell'intero genere maschile, meglio starsene da sole che costringersi a incontrare: un uomo sano di mente non può sentirsi attratto da una donna che sfodera lo sguardo allucinato di Glenn Close in "Attrazione fatale".

Quarto: mantenere un atteggiamento giocoso durante il flirt si rivela vincente, sempre. Anche in questo caso è opportuno chiarire che esiste un confine da non travalicare: un conto è apparire giocose, un conto è comportarsi come bambine dell'asilo, strepitando per attirare l'attenzione del malcapitato. La giusta via, come sempre, sta nel mezzo.

Quinto: allenarsi, tanto. Piuttosto che esporre centrimetri di pelle è importante curare i dettagli e valorizzare la sensorialità: modulare il tono di voce (meglio se è un po' basso, sussurrato), lo sguardo, l'ampiezza e la velocità dei movimenti, il respiro. Bisbigliategli qualcosa all'orecchio, quando è possibile. E state attente alla misura: i contatti devono essere sempre intensi, ma mai prolungati, in un'intrigante mordi e fuggi.
E poi, siate leggere e giocose!


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it