Come gestire la fine di una relazione con un collega

di Guy Pizzinelli 

Una storia in ufficiom con il collega è finita e ora non sai come gestire la separazione senza drammi, gelosie e senza farti licenziare. Ecco che Style.it ti spiega come agire

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Dì la verità, lo sapevi molto bene che iniziare un rapporto con un collega del tuo stesso ufficio o azienda non era per nulla una buona idea. Solo che onn hai resistito, è successo, siete stati anche bene, ma adesso è finita. L'idillio è terminato e vi siete lasciati.
Che fare, quindi? Cambiare azienda? Licenziarsi? Sparire? Tutte idee malsane in questi periodi di crisi.
Ma allora come comportarsi per non creare tensioni o sentirsi a disagio?
Ecco alcuni consigli su come gestire la cosa.

Discrezione
. Prima di tutto, se la relazione è giunta al capolinea non è il caso di "fare un comunicato stampa". Evita di confidarti con chiunque, in ufficio, salvo proprio, al massimo, le colleghe più intime.

Un po' di dignità e di orgoglio. Non manifestare in pubblico malumori e musi lunghi: creerebbero un'atmosfera di disagio generale. Aspetta di uscire ed essere a casa per dare sfogo alla tua tristezza o malinconia. Sii professionale.

Fair play. Mai approfittare del proprio ruolo, del proprio ascendente su altre persone o semplicemente delle situazioni, per isolare o screditare l'ex. La vendetta è molto pericolosa, le scenate sono roba da squilibrate o donne di poco spessore. Sii signorile.

Rispetta i ruoli e gli incarichi. Non vuoi parlargli, ma dovete comunicare per lavoro? Sii concisa, stringata e fredda, ma gentile.  Evita comunque di coinvolgere terze persone in possibili battibecchi o discussioni che vadano sul personale.

Sii distaccata e obiettiva. Se devi prendere una decisione professionale che riguarda l'ex, o un progetto o un pezzo di lavoro con lui, ripensa a come ti rapoprtavi a lui prima che iniziasse un coinvolgimento più personale e fai finta di essere ancora là.
Sforzati di essere sempre corretta e controllata.

E se invece proprio non ce la fai a metterlo da parte e sopportarne la vista? Beh, prepara e rivedi il tuo CV e molti molti auguri di buona fortuna.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it