Come gestire una relazione con un uomo sposato

di Guy Pizzinelli 

Come si fa a essere l'amante di un uomo impegnato e tuttavia a non farsi troppo male o a non soffrire troppo?

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Sei proprio tu? Sei la donna che si è innamorata di un uomo sposato (magari anche con tanto di figli) e che è come intrappolata nel ruolo difficile dell'amante?
È un grande cliché: lui trascura la sua famiglia per te, dice che io gli dai tutta una serie di cose che sua moglie non gli dà più e questo lo autorizza a tradirla.
O se gliele dà, non gliele dà nel modo giusto: forse lei pensa troppo ai figli, ma tu ti senti quasi in colpa io per questa tua presenza.
Lui è invece tranquillo, sereno, ma magari la scusa ufficiale è che non se la sente di lasciarla perché i bambini sono piccoli. Dice che lei dal canto suo non sospetta niente, e d'altra parte lui con la scusa del lavoro o dei giri di amici giustifica qualsiasi ritardo, qualsiasi assenza.
Sì, ok, ma tu? Come si fa a gestire il ruolo di amante senza rovinarsi il fegato e il sistema nervoso?
Diciamo che se si affronta la situazione senza pregiudizi e menate di fondo, ma nello stesso tempo senza troppe aspettative, anche un'esperienza del genere può essere utile per una crescita sentimentale ed emotiva. Perché no?
Certo, con attenzione: non dovresti mai dare per scontato il fatto che siccome lui viene a letto con te ti ama e ha smesso di provare dei sentimenti per la sua compagna. Gli uomini sono capaci di amare le proprie mogli e nel frattempo di dormire con qualcun'altra. Azni, magari anche più di una per volta, spesso.
Ricorda sempre che tu parti svantaggiata: lei è la moglie, la regina, la padrona del suo portafogli, spesso. Se lei lo becca e lo costringe a divorziare, potrebbe ottenere una parte anche grossa dei suoi beni. Sicuramente lui ha fatto molti sacrifici per avere quello che ha e se la fa sotto al solo pensiero di rinunciarci.
C'è anche da osservare che un uomo che tiene i piedi in due scarpe si sta comportando da traditore, sta commettendo un tradimento e sta dicendo un bel po' di bugie. Forse più di quante tu e io possiamo immaginare. E magari, se hai frequentato un uomo sposato, sai anche che lui ti fa sentire in colpa e ti fa sentire di valere meno della moglie, che invece spesso è una santa, ai suoi occhi. Insomma, ti senti un po' sporca perché complice delle bugie e del tradimento.
Sì, va bene, ma allora come fare? Come gestire una relazione del genere senza diventare pazze?
Non c'è una ricetta perfetta di comportamento, quindi: ma va sempre ricordato molto bene che gestire una relazione con un uomo impegnato è una situazione che non tutte sono in grado di reggere a lungo. Meglio lasciar perdere del tutto se il vostro desiderio primario è quello di costruire una famiglia e avere dei figli, perché l'uomo sposato difficilmente lascia la propria per rifarsene un'altra. Anche se non è mai detto. Solo che dovrete essere molto convincenti nell'offerta che gli farete.
Meglio lasciar perdere anche se per natura siete troppo gelose: comunque la moglie ricoprirà sempre il ruolo principale, mentre all'amante resterà solo quello di coprotagonista o attrice secondaria.
Siete davvero disposte a tollerare questo?


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it