Come affrontare gli incubi d'amore

di Guy Pizzinelli 

Quando sei innamorata, i brutti sogni possono farti venire il panico. Ma gli incubi possono avere anche una funzione positiva. Ecco perché

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Quando suna donna è innamorata e un incubo diventa ricorrente, può turbare non soltanto durante il sonno, ma anche da sveglia. In tal caso, piuttosto che ignorarlo, affrontare il problema è più saggio, in modo che l'incubo diventi un sogno meno minaccioso.
Come il sogno, l'incubo è una reazione fisiologica e psicologica.
Si tratta di sogni morbosi e angoscianti che hanno come caratteristica principale la percezione di un peso immaginario sul petto. Traducono un'angoscia, un timore recente, una disfunzione e mettono in scena, nella maggior parte dei casi, un evento della vita reale.
Alcuni psicologi spiegano che il trattamento degli incubi permette di superare le proprie paure e facilita l'evoluzione psicologica. 

Gli incubi e i brutti sogni
non sempre ci fanno paura: spesso scatenano in noi altri sentimenti, come senso di colpa, confusione, tristezza.
Lo rivela una ricerca canadese dell'Università di Montreal, pubblicata su Sleep.
Per arrivare a questa conclusione sono stati analizzati 320 incubi e 560 rutti sogni ricavati dalla raccolta di 10mila racconti onirici: da questa analisi è stato possibile ricavare anche quali sono i temi ricorrenti dei sogni che ci fanno dormire male e talvolta ci fanno svegliare di soprassalto. E' emerso che per gli incubi uno dei temi ricorrenti è quello dell'aggressione fisica, seguito dalla morte, dai problemi di salute e dai furti.

Differenze di genere: i brutti sogni hanno temi differenti in base al sesso. Gli uomini, infatti, riferiscono di fare spesso degli incubi relativi a catastrofi naturali come terremoti e inondazioni, mentre a turbare i sogni delle donne sono più spesso i conflitti interpersonali.
Gli incubi sono legati alla storia individuale. Tuttavia, spesso, sognare di essere inseguiti o aggrediti può essere espressione di un ritmo di vita stressante e competitivo da cui nascono emozioni negative (rabbia, invidia) che non si vogliono accettare. Precipitare o essere coinvolti in una catastrofe può celare paura di morire o di ammalarsi.
Cambiare lo stile di vita può spesso essere d'aiuto. «Bisogna capire cosa c'è sotto. Molte volte l'ansia è legata allo stile di vita. Ma se è continua e le notti diventano esse stesse "un incubo" è bene rivolgersi a uno psicoterapeuta. Un incubo ti inquieta perché riflette malessere, è lo sfogo di emozioni che cercano di venire a galla».


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it