Come gestire la fine di una relazione

di Guy Pizzinelli 

Gestire la fine di una relazione significa, nella maggior parte dei casi, dimenticarsi dell'ex fidanzato. Come? Vediamo alcune semplici regole da seguire

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

La fine di una relazione o di una storia d'amore spezza non solo il cuore, ma anche lo spirito e molto spesso la mente. Ti sembra di diventare matta, passi le giornate a fare la sua stalker sui social network e a deprimerti. È un tipo di stress che influisce molto negativamente sul cervello e sul corpo.

Come uscirne in fretta, quindi? innanzitutto ridimensionando parecchio la sua figura così "leggendaria" rimasta scolpita nella tua testa e nel tuo cuore: inizia con il ricordare i momenti bui trascorsi ad aspettare suoi gesti o sue chiamate che mai arrivavano, le giornate giorni in cui sei stata male per il comportamento del tuo ex partner e la rabbia provata in quei frangenti.
I ricordi spiacevoli fanno spesso in modo che si possa allontanare il pensiero continuo di lui e della vostra storia e, in un certo senso, aiutano a rimuovere dai nostri ricordi preferiti i momenti belli passati con l'ex fidanzato. Certo, non tutto va dimenticato, i momenti felici però facciamo che li recupererai e rivivrai magari con maggior distacco più avanti, quando il pensiero di lui non sarà così devastante come appena separati. 

Un altro tranello molto frequente in cui si cade è quello di sopravalutare il proprio partner e metterlo su un piedistallo prestigioso e intoccabile: questo può portare a solenni delusioni, nel momento in cui ci si rende conto che anche il lui, per quanto meraviglioso, era pieno di difetti per te insopportabili.
Non solo: per quanto lui fosse unico, non esiste una sola persona con cui ci si può trovare bene e di cui ci si può innamorare: anzi, in una vita intera di solito se ne incontrano diverse.
Date quindi sfogo al dolore: lamentatevi, disperatevi e frignate pure quanto volete con i vostri amici, ma quando riprenderete a uscire con uomini nuovi, evitate di passare il tempo a lamentarvi dei maschi, perché dareste l'impressione di essere pesante, oltre che di detestare gli uomini.

Prendetevi tutto il tempo che vi serve per dimenticare il vostro ex. Non abbiate fretta, non tentate di opporvi alla sensazione di essere state rifiutate, alla depressione e alla rabbia. Smaltite. Sarete così poi in grado di fare un respiro profondo e prepararvi a tornare disponibili per il prossimo.

Soprattutto: non generalizzate. È facile convincersi che tutti gli uomini siano uguali, ma è un meccanismo logorante che vi renderà più difficile fidarvi dell'uomo di cui prima o poi vi innamorerete. Evitate a tutti i costi le generalizzazioni.
Fidatevi di voi stesse quando si tratterà di prendere decisioni su storie future. Dopo una rottura, si è portate a pensare di non essere in grado di giudicare le persone e di essere finite in una storia fallimentare per questo. Dimenticare la delusione vi permetterà di tornare ad avere fiducia in voi stesse.
E vedrete: il prossimo amore o il prossimo amante fantastico arriveranno prima di quanto voi pensiate.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it