Sesso orale, così
è più sicuro

di Claudia Raimondi 

Un lenzuolino in lattice protegge dalle malattie
sessualmente trasmissibili: si chiama dental dam

Claudia Raimondi

Claudia Raimondi

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Sesso orale sicuro. Per garantirlo c'è uno strumento, ancora poco conosciuto ma efficace. Si chiama dental dam ed è un lenzuolino di circa 25 centimetri per 15. Il riferimento odontoiatrico è dovuto al fatto che questo rettangolino in lattice è effettivamente utilizzato anche dai dentisti, ma ha trovato applicazione anche come protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Il sesso orale infatti espone a infezioni e possibilità di contagio, dalle quali è opportuno proteggersi. Il contatto con le secrezioni vaginali e anali e la bocca è la modalità attraverso la quale queste infezioni si diffondono.

Batteri (che causano malattie come la clamidia, la gonorrea o la sifilide), virus (come nel caso di Aids ma anche epatiti o herpes genitale), parassiti o protozoi (tricomonas) possono passare da un partner all'altro. Se nel caso di una fellatio la protezione necessaria è data dal preservativo, in caso di cunnilingus (contatto tra bocca e vagina) e anilingus (stimolazione dell'ano con la lingua) è possibile utilizzare il dam.

Il suo utilizzo è semplice, anche se vanno osservate alcune attenzioni. Innanzitutto, come per il preservativo è fondamentale garantirne l'integrità avendo cura a che unghie o anelli non ne causino strappi o lacerazioni.

Va utilizzato sempre dalla stessa parte e non va adoperato su parti del corpo diverse, ad esempio prima sulla vagina e poi sull'ano, per evitare il trasferimento di germi e infezioni.

Ne esistono di colori diversi e aromatizzati, alcuni sono stati realizzati senza lattice per gli allergici mentre particolari modelli sono dotati di un adesivo o di piccoli elastici che evitano che uno dei due partner debba essere impegnato a tenerlo.

È possibile adottare una versione fai da te, trasformando un preservativo in dam, semplicemente tagliandone un lato.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it